Suzuki S-Cross 2022: novità, dotazioni, motori ibridi

Riflettori puntati sulla seconda generazione del compact-SUV giapponese, che conferma il ricorso all’elettrificazione e si arricchisce di ulteriori contenuti hi-tech.

Avviata verso i dieci anni dall’esordio in produzione (avvenuto nel 2013, in qualità di “erede” della precedente SX4 che era stata sviluppata in partnership con Fiat) ed a quattro anni dal restyling, Suzuki S-Cross si prepara a debuttare sul mercato in una seconda generazione che punta i propri riflettori soprattutto su contenuti hi-tech e soluzioni di elettrificazione. La nuova serie del SUV giapponese, protagonista di un “vernissage” di anteprima, viene prodotta nelle linee di montaggio Suzuki ungheresi. Il debutto nelle concessionarie europee è fissato per fine 2021.

Da segnalare il prossimo arrivo (2022) dell’attesa versione Full Hybrid: una imminente novità, che porterà in dote una motorizzazione termica inedita per il modello, il cambio AGS a gestione elettronica ed il posizionamento dell’unità elettrica “a valle” del gruppo trasmissione (sistema che, dal punto di vista dell’utilizzo, consente diversi vantaggi in materia di propulsione, in quanto elimina i “gap” di forza motrice durante le fasi di cambio marcia e permette il recupero energetico in decelerazione ed in frenata).

Le declinazioni di gamma

Suzuki S-Cross Hybrid 2022 viene proposta in quattro configurazioni, che differiscono fra loro per propulsione (trasmissione e trazione):

  • Suzuki S-Cross Hybrid 1.4 2WD (trazione anteriore) con cambio manuale a sei rapporti;
  • Suzuki S-Cross Hybrid 1.4 2WD con cambio automatico a sei rapporti;
  • Suzuki S-Cross Hybrid 1.4 AllGrip (trazione integrale) con cambio manuale a sei rapporti;
  • Suzuki S-Cross Hybrid 1.4 AllGrip con cambio automatico a sei rapporti.

Il lancio online

In perfetta corrispondenza con le strategie di debutto commerciale della lineup Suzuki in Italia, anche la nuova edizione 2022 di S-Cross è protagonista di una iniziativa Web: mediante l’accesso alla piattaforma di e-commerceSuzuki Smart Buy”, gli utenti hanno la possibilità di acquistare in anteprima S-Cross Hybrid nella declinazione 1.4 Starview AllGrip con cambio automatico, provvista di equipaggiamenti “full optional”: il prezzo-lancio è 30.690 euro.

Corpo vettura

All’esterno, Suzuki S-Cross 2022 mette in evidenza alcuni dettagli-novità, come i gruppi ottici anteroori e la fanaleria posteriore Full Led, la calandra di maggiori dimensioni e finitura in Piano Black con listello cromato orizzontale per la griglia, codolini passaruota in resina plastica grezza e skid-plate (modanature di protezione all’anteriore ed al posteriore) verniciate in tinta argento. Complessivamente, le linee risultano poco modificate rispetto alla versione precedente.

Otto le tinte carrozzeria proposte:

  • Arancione Grand Canyon;
  • Argento New York;
  • Bianco Artico;
  • Bianco Santorini;
  • Blu Capri;
  • Grigio Oslo;
  • Nero Dubai;
  • Rosso Siviglia.

Dimensioni esterne

  • Lunghezza: 4,3 m;
  • Larghezza: 1,78 m;
  • Altezza: 1,58 m;
  • Passo: 2.600 mm;
  • Carreggiata anteriore: 1.535 mm;
  • Carreggiata posteriore: 1.505 mm;
  • Altezza libera da terra: 175 mm;
  • Raggio minimo di sterzata: 5,4 m;
  • Pesi: in ordine di marcia (con guidatore) 1.280 kg-1.385 kg, complessivo 1.685 kg-1.780 kg, rimorchiabile 1.500 kg;
  • Capacità serbatoio carburante: 47 litri.

Abitacolo

All’interno, che mantiene le ben conosciute ed apprezzate doti di spazio e funzionalità proprie del modello (e, più in generale, dei veicoli a ruote alte ma anche della filosofia “alla giapponese” nel rapporto fra dimensioni esterne e spazio interno), Suzuki S-Cross 2022 si caratterizza per un’ampia superficie vetrata (cui si aggiunge il tetto panoramico in cristallo apribile), gli schienali dei sedili posteriori regolabili su due livelli di inclinazione e frazionabili a schema 60:40, la presenza di numerosi vani portaoggetti, il rivestimento in tessuto (per la zona centrale) ed in pelle (per i fianchetti) dei sedili.

Equipaggiamento di serie

  • Climatizzatore automatico bi-zona;
  • Consolle sul padiglione con luci di cortesia e scomparto portaocchiali;
  • Consolle centrale con presa Usb;
  • Bracciolo anteriore con vano portaoggetti;
  • Bracciolo posteriore con portabicchieri integrato.

Vano bagagli

  • Capienza utile bagagliaio: 430 litri nel normale assetto di marcia, 665 litri con gli schienali posteriori reclinati.

Digitalizzazione

L’infotainment, con display centrale da 9”, dispone di connettività Bluetooth per le chiamate e per lo streaming audio, compatibilità con Apple CarPlay ed Android Auto, riconoscimento vocale, visualizzazione dei dati di guida (consumi, autonomia, gestione del sistema ibrido ed avvisi) e collegamento con la videocamera posteriore e quella a 360 gradi “Bird-eye”.

Ausili attivi alla guida semi-automatizzati

Ulteriori novità, che perseguono il costante sviluppo di engineering relativo all’assistenza attiva al conducente, si riferiscono agli avanzati dispositivi di sicurezza e guida semi-automatizzata di Livello 2, integrati con telecamere e sensori, che confermano la simpatica usanza Suzuki Italia di nominare ciascun sistema ADAS con un termine di immediata comprensione.

  • Attento frena” (DSBS-Dual Sensor Brake Support): durante le fasi di marcia, una videocamera monoculare e un sensore radar rilevano la presenza di veicoli o pedoni. In caso di rischio di collisione, il sistema avverte il guidatore o agisce autonomamente sul sistema frenante in base alle condizioni, per prevenire l’impatto o mitigarne le conseguenze;
  • Cruise Control adattivo con funzione Stop&Go, che in abbinamento al cambio automatico sei rapporti è in grado di “pilotare” il veicolo fino alla completa fermata, dove sia necessario, per poi fare ripartire la vettura quando i veicoli che precedono riprendono a muoversi, come ad esempio nelle condizioni di intenso traffico;
  • Videocamera a 360 gradi, formata da quattro “occhi elettronici” (anteriore, posteriore e due laterali) che offrono varie angolature di visuale, compresa una esterna in 3D, una sintetica per l’interno, una “Bird-eye” verso l’esterno, particolarmente utili per le manovre di parcheggio o, in generale, negli spazi più ristretti;
  • Guidadritto” (LDW-Lane Departure Warning con LDP-Lane Departure Prevention), cioè l’avviso di superamento della corsia ed il mantenimento della propria corsia di marcia;
  • Restasveglio” (WA-Weaving Alert), rilevamento stanchezza del conducente;
  • Occhioallimite” (TSR-Traffic Sign Recognition): riconoscimento della segnaletica stradale;
  • Nontiabbaglio” (HBA-High Beam Assist): abbaglianti automatici
  • Guardaspalle” (BSM-Blind Spot Monitor): monitoraggio degli angoli ciechi
  • Vaipure” (RCTA-Rear Cross Traffic Alert): monitoraggio degli angoli ciechi durante le manovre in retromarcia;
  • Partifacile” (HHC-Hill Hold Control): assistenza per le ripartenze in salita.

Motorizzazioni

Sotto al cofano, la gamma di lancio commerciale viene equipaggiata con il consueto 1.4 BoosterJet provvisto di sistema mild-hybrid a 48V, da 129 CV di potenza massima e 235 Nm di coppia massima. La trasmissione è, a seconda delle versioni, manuale a sei rapporti o automatica (sempre a sei rapporti), con trazione anteriore o integrale AllGrip con ESP. Quest’ultima presenta quattro differenti modalità (Auto, Sport, Snow e Lock), selezionabili attraverso un comando collocato sul tunnel centrale e ciascuna delle quali supporta in maniera ottimale l’erogazione della coppia motrice a seconda delle condizioni di guida.

La scheda tecnica

  • Architettura motore: 4 cilindri in linea in posizione trasversale;
  • Cilindrata totale: 1.373 cc;
  • Alesaggio x corsa: 73,0 x 82 mm;
  • Rapporto di compressione: 10.9 +/- 0.2;
  • Alimentazione: iniezione diretta;
  • Distribuzione: 4 valvole per cilindro;
  • Potenza massima: 129 CV a 5.500 giri/min;
  • Coppia massima: 235 Nm fra 2.000 e 3.000 giri/min;
  • Unità elettrica: 48V di tensione, 8 kW di produzione massima oraria di energia, 10 kW di potenza massima, 8 kW di potenza massima sui 30 minuti;
  • Trasmissione: cambio manuale a sei rapporti oppure automatico a sei rapporti, trazione anteriore o integrale AllGrip;
  • Classe di emissioni: Euro 6d ISC-FCM.

Assetto e ruote

  • Sospensioni: tipo McPherson all’avantreno, barre di torsione al retrotreno;
  • Sterzo: con servoassistenza di tipo elettromeccanico;
  • Freni: a disco ventilati all’avantreno, a disco pieno al retrotreno;
  • Cerchi: 6 1/2×17”;
  • Pneumatici: 215/55 R 17.

Prestazioni

  • Velocità massima: 195 km/h;
  • Consumo a ciclo medio WLTP: 5,3-5,6 litri di benzina per 100 km (S-Cross Hybrid 1.4 2WD cambio manuale), 5,9-6,0 l/100 km (S-Cross Hybrid 1.4 2WD cambio automatico), 5,8-6,1 l/100 km (S-Cross Hybrid 1.4 AllGrip cambio manuale), 6,3-6,5 l/100 km (S-Cross Hybrid 1.4 AllGrip cambio automatico);
  • Emissioni di CO2 a ciclo medio WLTP: 120-126 g/km (S-Cross Hybrid 1.4 2WD cambio manuale), 131-137 g/km (S-Cross Hybrid 1.4 2WD cambio automatico), 132-137 g/km (S-Cross Hybrid 1.4 AllGrip cambio manuale), 142-148 g/km (S-Cross Hybrid 1.4 AllGrip cambio automatico);
  • Prove emissioni: NOx 12.2, 16.7, 20.9, 19.1 mg/km; massa del particolato (PM) 0.27, 0.14, 0.25, 0.20.

Ultime notizie su Ibride/elettriche

Tutto su Ibride/elettriche →