Suzuki Jimny Pro 2021 autocarro: prezzi, interni, prova

Suzuki Jimny Pro è la versione N1, autocarro leggero, del celebre fuoristrada di Hamamatsu. Lo abbiamo provato per saggiare le sue infinite qualità.

Dal 1970 è una vera e propria icona di Suzuki, stiamo parlando di Jimny il fuoristrada compatto e pronto a ogni tipo di avventura. Nel 2018 è stata la lanciata la sua quarta generazione, ma nel 2020 è stata ritirata dal mercato nella sua versione civile a quattro posti, per motivi legati al rispetto dei parametri relativi alla CO2. Da settembre 2020 è tornato nella sua versione Jimny Pro, categoria N1, quella degli autocarri leggeri senza perdere tutti i suoi punti di forza e quelle peculiarità che fanno del piccolo off-road di Hamamatsu un gioiello da amare. Abbiamo avuto l’opportunità di provarlo nel suo habitat, lungo una strada sterrata, irta e piena di insidie, dove tuttavia ci ha portati a destinazione senza batter ciglio.

Caratteristiche

Suzuki Jimny Pro è stato inserito nella categoria N1, quindi per questo motivo possiede soltanto due posti e una grata a dividere l’abitacolo dal bagagliaio. Nella fattispecie ha comunque tutto ciò che serve per soddisfare le esigenze di una clientela professionale, compreso un ampio vano di carico con pianale piatto e rete divisoria di sicurezza, che ovviamente non si può rimuovere.

Questa ampiezza si traduce in un volume di 833 litri, ben 33 in più rispetto alla Jimny a quattro posti, quando si abbattevano gli schienali dei sedili posteriori. Per il resto, Jimny Pro possiede ogni elemento che ha contraddistinto la M1 (passenger car), cioè: telaio a traliccio, motore longitudinale, angoli caratteristici (attacco, dosso, uscita), sospensioni a ponte rigido a 3 bracci e trazione 4×4 ALLGRIP PRO dotata di riduttore.

Dotazioni di sicurezza

Abbiamo detto come non manchi nulla nella Jimny Pro, nemmeno quei dispositivi di sicurezza attiva e passiva, oggi imprescindibili per una vettura moderna. Suzuki ha ribattezzato questi strumenti in modo originale:

  • Attentofrena (frenata automatica d’emergenza) che utilizza una videocamera e un sensore laser riconoscere altre vetture e pedoni;
  • Guidadritto (avviso superamento corsia);
  • Restasveglio (monitoraggio colpi di sonno);
  • Partifacile (Hill Hold Control);
  • Scendisicuro (Hill Descent Control), che supporta la guida in pendenza.

Inoltre è stata installata l’eCall, la funzione di chiamata di emergenza in caso di collisione.

Estetica

Compatta, squadrata, cofano a conchiglia piatto sono tutti elementi che caratterizzano la quarta generazione di Jimny e che valgono anche per questa versione Pro. Tutto è congeniale e pensato per esprimere al meglio il concetto di fuoristrada, il regno di questa vettura di Hamamatsu. Inconfondibile la griglia anteriore a cinque listelli verticali con fari circolari e indicatori di direzione separati, che ricordano moltissimo la vecchia progenitrice, la LJ10 del 1970.

La vera novità è la scomparsa dei cerchi in lega a favore di cerchi da 15” pensati per l’uso intenso su strade non battute. Sono, invece, otto le colorazioni previste per la carrozzeria, fra cui ci sono: il “Giallo Kinetic” ad alta visibilità, ponderato per spiccare in condizioni climatiche avverse o nei luoghi di lavoro, e il “Verde Amazzonia”, una tonalità a bassa visibilità, ideale per moderare l’impatto visivo sull’ambiente naturale.

Interni

Nell’abitacolo si respira un senso di grande praticità, dove il nero è il colore primario per esprimere un ambiente senza tanti fronzoli. Rispetto alla versione M1, la Jimny Pro non possiede un sistema di infotainment con schermo, ma ha il telefono collegabile con bluetooth e vivavoce. Assente anche la climatizzazione automatica a vantaggio della manuale, la cosiddetta aria condizionata. Di serie, invece, ci sono i sedili riscaldabili per conducente e passeggero.

Suzuki Jimny Pro: come va su strada

La Suzuki Jimny non sorprende, ma esalta chi siede al suo posto di guida. Sotto al cofano un robusto motore 1.5 litri a benzina da 102 cv, si rivela un prezioso alleato, dato che anche ai regimi più bassi è sempre pronto e disponibile a offrire il giusto supporto. Su strada il comportamento è onesto, per merito di una rigidità torsionale del telaio che garantisce una guida più confortevole.

Il meglio, però, lo offre nel fuoristrada, dove ci si esalta al suo cospetto. Il telaio a traliccio e il motore longitudinale sono degli ottimi alleati per questa vettura, che è capace di arrampicarsi dovunque e con estrema facilità. Le asperità dei sentieri montani, delle mulattiere sono annullate grazie all’ottimo sistema di sospensioni ad assale rigido a tre vincoli di ancoraggio e molle elicoidali.

Di partenza, la Jimny Pro ha la trazione posteriore, ma si può passare alla trazione integrale All Grip in qualunque momento e senza sforzi, grazie all’uso di una leva, con la quale si possono innestare anche le marce ridotte. Il cambio, invece, è rigorosamente manuale a cinque rapporti. L’ampio angolo di attacco di 37°, quello di dosso da 28° e l’angolo di uscita di 49° consentono a questo fuoristrada di superare i più severi ostacoli o pendenze, senza toccare il fondo o la carrozzeria della vettura.

Nel nostro percorso montano che da Bardonecchia ci ha portati fino al Colle del Sommelier a oltre 3.000 metri di quota, attraversando guadi, sterrato, fango e neve, abbiamo potuto ammirare tutto ciò che di buono può offrire questa vettura. Oltre a quanto è stato finora indicato, stupisce la sua facilità di guida e soprattutto il suo raggio di sterzata, che consente di affrontare anche stretti tornanti senza alcuna paura.

Prezzo e acquisto

Nessuna paura, Suzuki Jimny Pro può essere acquistato anche da persona fisica (provvista di P. IVA) e non è necessario l’acquisto esclusivo da parte di una persona giuridica (ad esempio un’azienda). Il prezzo proposto è di 18.700 euro IVA esclusa, 23.400 euro chiavi in mano.

L’equipaggiamento è completo sotto ogni profilo, tanto che gli unici optional a listino sono le vernici speciali bicolore. La dotazione di serie include fari con sistema di abbaglianti automatici “nontiabbaglio”, fendinebbia, sedili anteriori riscaldabili, climatizzatore e cruise control.

Ultime notizie su Novità

Tutto su Novità →