Stellantis: ecco il nuovo top management

Cinque ruoli strategici e nove Comitati per il coordinamento di performance e strategie: obiettivo, indica Carlos Tavares, “Fare di Stellantis un’azienda di riferimento”.

Ecco l’organigramma dei massimi dirigenti Stellantis individuati da Carlos Tavares, amministratore delegato della new Co nata dalla fusione tra Fca e Psa e da lunedì 18 gennaio quotata a Milano e Parigi nonché, da martedì 19, a New York: un pool di dirigenti cui viene affidato l’incarico di concretizzare i programmi strategici per il nuovo Gruppo.

Nello specifico, l’asset dirigenziale si incentra su un “Top Executive Team” e, in parallelo, sulla costituzione di nove Comitati che coordineranno performance e strategie dell’azienda con l’obiettivo, indica Tavares, di “Mettere a disposizione le rispettive competenze per guidare Stellantis e fare in modo che diventi un’azienda di riferimento”:

  • Consulenza strategica
  • Business Review
  • Global Program Committee
  • Industrial Committee
  • Allocations Committee
  • Regions Committee
  • Brands Committee
  • Style Review
  • Brand Review.

I manager strategici

Il layout dei dirigenti Stellantis, organizzato su un sistema a matrice (struttura consueta fra le grandi aziende) si articola su cinque ruoli strategici di vertice:

  • Responsabile per le Americhe: Mike Manley
  • Global Corporate Office: Silvia Vernetti
  • Chief Performance Officer: Emmanuel Delay
  • Chief Software Officer: Yves Bonnefont
  • Chief Affiliates Officer: Philippe De Rovira (già direttore finanziario Psa, entra a dirigere le attività finanziarie delle Divisioni Vendite, Usato, Parts and Services, Concessionarie).

Nomine per le attività regionali

  • Europa Allargata: Maxime Picat
  • Vice responsabile: Davide Mele
  • Eurasia: Xavier Duchemin
  • Nord America: Mark Stewart
  • Sud America: Antonio Filosa
  • Medio oriente e Africa: Samir Cherfan
  • Cina: Grégoire Olivier
  • India e Asia-Pacifico: Carl Smiley
  • Sud-est Asiatico: Christophe Musy.

Gli amministratori delegati dei brand

Global SUV

  • Jeep: Christian Meunier.

Marchi americani

  • Chrysler: Timothy Kuniskis (ad interim)
  • Dodge: Timothy Kuniskis
  • Ram: Mike Koval.

Core brands

  • Citroen: Vincent Cobee
  • Fiat e Abarth: Olivier Francois.

Marchi generalisti di fascia alta

  • Opel e Vauxhall: Michael Lohscheller
  • Peugeot: Linda Jackson.

Marchi premium

  • Alfa Romeo: Jean-Philippe Imparato
  • DS: Béatrice Foucher
  • Lancia: Luca Napolitano.

Luxury

  • Maserati: Davide Grasso.

Servizi Mobility

  • Free2Move: Brigitte Courtehoux
  • Leasys: Giacomo Carelli.

Gli incarichi di direzione delle funzioni globali

  • Finanze: Richard Palmer
  • Risorse Umane e Trasformazione: Xavier Chereau
  • Affari legali: Giorgio Fossati
  • Pianificazione: Olivier Bourges
  • Acquisti: Michelle Wen
  • Produzione: Arnaud Deboeuf
  • Design: Ralph Gilles (per Chrysler, Dodge, Jeep, Ram, Maserati e Fiat per l’America latina); Jean-Pierre Ploue (per Abarth, Alfa Romeo, Citroen, DS, Fiat Europe, Lancia, Opel, Peugeot e Vauxhall)
  • Engineering: Harald Wester (vice responsabili: Patrice Lucas per Cross Car Line e progettazione, e Nicolas Morel)
  • Chief Technology Officer: da definire
  • Vendite e Marketing: Thierry Koskas
  • Customer Experience: Richard Schwarzwald (vice responsabile: Jean-Christophe Quemard)
  • Comunicazione e Corporate Social Responsibility aziendale: Bertrand Blaise.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Mercato auto

Tutto su Mercato auto →