Russia: hackerate le colonnine di ricarica con insulti a Putin [Video]

Anche la stazioni di rifornimento diventano strumenti per veicolare messaggi nella guerra fra Russia e Ucraina.

Alcune colonnine di ricarica sono state hackerate a Mosca. Non sono finite solo fuori servizio, ma sul loro display hanno mostrato dei messaggi contro Putin e a favore dell’Ucraina. Anche questo cyber attacco rientra nell’azione di contrasto alla guerra scatenata dal presidente russo. Oggi i conflitti non prendono forma solo sul campo di battaglia, con truppe ed armi tradizionali, ma si compiono anche in altre dimensioni.

Per contrastare l’invasione dell’Ucraina da parte dell’esercito di Putin, sono state messe in atto una serie di sanzioni da parte della comunità internazionale, che stanno colpendo pesantemente l’economia russa. L’obiettivo è quello di far desistere l’inquilino del Cremlino dalla sua azione bellica.

Accanto a questi interventi, sono emerse altre iniziative, come gli attacchi ai sistemi informatici russi da parte di Anonymous. Curioso che qualcuno abbia preso di mira anche le colonnine di ricarica, per sollecitare le coscienze a reagire contro le violenze in atto. Il video odierno, fatto da un automobilista che doveva rifornire il suo veicolo, mostra una delle strutture hackerate, nei dintorni di Mosca. Si tratta di una stazione di ricarica dell’operatore locale Россети, resa inutilizzabile. Il display, fra gli altri messaggi, mostra anche un insulto a Putin. Opera di Anonymous?

 

Ultime notizie su Curiosità

Abbiamo raccolto le notizie le più strane, i video i più divertenti e le auto più originali: scopri con noi le curiosità del mondo automobile e condividi con noi i tuoi aneddoti insoliti.

Tutto su Curiosità →