Roma, arrivano le nuove colonnine con sensore anti-maleducati

Roma potrebbe ospitare un totale di oltre 5.000 colonnine elettriche anti-maleducati entro il Giubileo del 2025.

Roma è pronta ha incrementare la propria rete di ricarica elettrica che permetterà alla Città Eterna di diventare sempre più ecosostenibile. Entro i prossimi anni la Capitale sarà letteralmente invasa da un grande numero di colonnine elettriche: entro il 2025, anno del Giubileo, Roma potrebbe ospitare un totale di oltre 5.000 colonnine elettriche, contro meno di 2.000 punti di ricarica attuali (censimento Motus-E fine 2021).

Roma: in arrivo una carica di colonnine

L’obiettivo è stato siglato dal nuovo regolamento in materia dell’amministrazione comunale capitolina nel quale è possibile trovare numerose e interessanti novità. Tra queste ultime spiccano l’interoperabilità e il sistema anti-maleducati che spiegheremo nel dettaglio in seguito.

Roma: una sola app per tutti i punti di ricarica

I punti di ricarica saranno dislocati in tutta la Capitale perché l’obiettivo è proprio quello di coprire l’intero territorio cittadino. Per ottenere questo ambizioso risultato, le procedure di installazione risultano semplificate: i municipi e la società di distribuzione dell’energia (Areti) potranno elaborare una mappa dei luoghi in cui potranno essere realizzate le colonnine. Queste zone infine potranno essere aggiudicate dagli operatori tramite appositi bandi. I vincitori della gara, scelti a seconda delle qualità tecniche e dei servizi offerti dalle colonnine, avranno tra i lori vari compiti quello di garantire l’interoperabilità dei punti di ricarica: in questo modo gli automobilisti potranno utilizzare un’unica applicazione per effettuare le ricariche alla propria vettura.

Sensori anti-furbetti

Come se non bastasse, le colonnine vanteranno l’uso di speciali sensori in grado di rilevare soste abusive di auto non elettriche. Se l’auto in sosta non verrà attaccata alla presa entro 5 minuti, il sistema invierà automaticamente una segnalazione alle autorità competenti che provvederà a effettuare la sanzione adeguata. Inoltre chi lascerà la propria auto elettrica per più di un’ora dopo la fine della ricarica sarà soggetto a pagare una tariffa maggiorata.

Un concorso per il design delle colonnine

Secondo una nota ufficiale diffusa dal Comune:

Tutte le vecchie colonnine e le vecchie prese di corrente per ammodernare le capacità e la velocità della ricarica alle moderne tecnologie.

Visto che anche l’occhio vuole la sua parte sarà lanciato un concorso internazionale per scegliere il design di una colonnina che sfoggerà il brand “Roma”.

 

Ultime notizie su Ibride/elettriche

Tutto su Ibride/elettriche →