Porsche Macan T: il nuovo allestimento con il 2.0 da 256 CV

Già ordinabile in Italia con prezzi a partire da 73.274 euro.

La Porsche Macan debutta con una nuova configurazione e finitura, la Macan T. Questo allestimento si posizionerà tra la Macan di base e la Macan S nella rinnovata gamma SUV di Porsche e pone l’accento sul piacere di guida. Per questo utilizzerà la stessa ricetta che Porsche ha già applicato non molti anni fa con la 911 Carrera T e in seguito con le 718 Boxster e Cayman.

La nuova Porsche Macan T si basa sull’allestimento entry level della gamma, con il quattro cilindri turbo 2.0 litri da 265 CV, ma include di serie il pacchetto Sport Chrono, gli ammortizzatori adattivi PASM, i sedili sportivi in ​​tessuto e una predisposizione specifica per la gestione della trazione integrale.

Mantiene il quattro cilindri 2.0 da 256 CV

Il motore è una variante dell’onnipresente monoblocco a quattro cilindri turbo EA888 da 2,0 litri di Volkswagen, che vediamo in una moltitudine di modelli del gruppo, dalla Volkswagen Tiguan alla CUPRA Leon, dalla Skoda Superb all’Audi Q3. In questo caso eroga 265 CV a 5.000 giri/min e 400 Nm a partire da 1.800 giri/min e fino a 4.500 giri/min, valori identici a quelli della Macan base.

Questa unità è abbinata a un cambio automatico a doppia frizione PDK a sette rapporti. Con il pacchetto Sport Chrono di serie, comprensivo di selettore della modalità e pulsante Sport Response al volante, la Macan T accelera da 0 a 100 km/h in 6,2 secondi e raggiunge una velocità massima di 232 km/h. Non male per il modello meno potente dell’intera gamma Porsche.

Telaio con messa a punto specifica

L’idea di utilizzare la Macan base per creare un modello più orientato al piacere di guida ha portato a un avantreno più leggero rispetto alla Macan S e alla Macan GTS. In numeri risparmia 58,8 kg rispetto ai modelli equipaggiati con il V6 da 2,9 litri.

Inoltre la Porsche Macan T è l’unico modello del marchio che viene fornito di serie con molle elicoidali con sistema du smorzamento controllato PASM (Porsche Active Suspension Management).

L’auto è più bassa di 15 millimetri, mentre le barre stabilizzatrici sull’asse anteriore sono più rigide e la messa a punto generale del telaio è stata orientata verso un maggiore dinamismo. Le sospensioni pneumatiche sono disponibili come optional e consentono un’altezza inferiore di ulteriori 10 mm.

Il design della Macan T: segni di riconoscimento

La finitura della Macan T ha un aspetto specifico composto da elementi neri e grigi. Sulla carrozzeria, le parti verniciate in grigio comprendono gli specchietti esterni, i parafanghi laterali, i loghi posteriori e lo spoiler sul tetto.

Il colore nero, dal canto suo, è presente in altre parti della vettura, come i terminali di scarico, i finestrini laterali e i parafanghi laterali. La Macan T è dotata inoltre di cerchi Macan S da 20 pollici verniciati in titanio scuro.

All’interno i sedili sono regolabili elettricamente in otto direzioni, la tappezzeria mista con pelle nera e cuciture argento, il volante sportivo riscaldato e le protezioni delle portiere in alluminio nero sono tutte dotazioni di serie. Di serie c’è anche il touch screen da 10,9 pollici.

La nuova Porsche Macan T è già ordinabile in Italia con prezzi a partire da 73.274 euro, ovvero meno di 6.000 euro in più rispetto al modello base. 

Ultime notizie su Novità

Tutto su Novità →