Peugeot 3008 1.5 BlueHDi EAT8: la prova su strada

Al volante del SUV del Leone sottoposto al recente restyling migliorato nell’estetica e nei contenuti.

La seconda generazione della Peugeot 3008 ha decisamente rivoluzionato il modello della Casa del Leone, che ha smesso i panni da crossover per vestirsi da SUV, conquistando il titolo di auto dell’anno e, successivamente, i favori del mercato. Di recente, questa vettura fortunata è stata oggetto di restyling, per resistere all’assalto delle concorrenti dell’ultima ora. L’abbiamo provata con il 1.5 turbodiesel da 130 CV accoppiato al cambio automatico ad 8 rapporti.

Esterni: cambia faccia per essere più bella

La zona del corpo vettura della 3008 più interessata dal restyling è senza dubbio quella del frontale, che adesso ospita una nuova calandra che si confonde con i gruppi ottici a LED, di serie, e mette in mostra le firme luminose che richiamano le zanne di Leone ed arrivano fino alla parte bassa del paraurti, come sulla 2008. Nuove anche le prese d’aria verticali, mentre la firma felina viene riproposta nella grafica dei fari posteriori full LED. Le proporzioni ed il design di base non cambiamo, ma ora risulta più accattivante, e pronta a sedurre nuove schiere di automobilisti.

Interni: migliorano finiture, strumentazione ed infotainment

La qualità dei materiali e le finiture curate rimangono un punto fermo dell’abitacolo del SUV transalpino, adesso impreziosito anche dalla possibilità di avere nuovi rivestimenti in pelle ed accattivanti inserti in legno. Gli elementi più interessanti portati in dote dal restyling sono però rappresentati dal display del sistema multimediale da 10 pollici, compatibile sia con Android Auto che con Apple CarPlay, e dalla strumentazione digitale, che può essere arricchita con il visore notturno ad infrarossi. Non bisogna sottovalutare inoltre, la praticità della ricarica ad induzione per lo smartphone, così come il dispositivo che consente di selezionare le modalità di guida in abbinamento ai motori termici accoppiati al cambio automatico, e le due prese USB per la zona posteriore.

Al volante: il 1.5 BlueHDi convince per prestazioni e consumi

Alla Peugeot sono stati lungimiranti nel mantenere in listino anche la variante con il 1.5 BlueHDi da 130 CV, di sicuro la più interessante per chi percorre tanti chilometri in autostrada e nei percorsi extraurbani. Infatti, per chi si muove anche nei centri urbani ora sono disponibili le versioni ibride plug-in, ma la combinazione tra cambio automatico EAT8 e motore turbodiesel è davvero riuscita, e consente di avere un’auto dalla giusta brillantezza di marcia e dalle ottime percorrenze, visto che i consumi si attestano sui 18 km/l di media.

Inoltre, il SUV in questione non teme il downsizing, per cui non appare mai seduto, anche quando si richiama all’appello tutta la cavalleria; l’assetto è composto, garantendo nel contempo il giusto assorbimento, mentre la sicurezza attiva compie uno step ulteriore grazie al sistema ad infrarossi. Così, nella guida notturna è possibile individuare sul display, fino a 250 metri di distanza, animali, pedoni, e persino ciclisti. Completa il quadro relativo ai nuovi ADAS il dispositivo che rileva i veicoli nell’angolo cieco dei retrovisori divenuto attivo.

Prezzo: la ricca GT con l’EAT8 parte da 38.400 euro

La variante GT è stata pensata per chi non vuole rinunciare a nulla, o quasi, visto che il Night Vision si paga a parte, per questo il listino della 3008 1.5 turbodiesel con cambio automatico e l’allestimento in questione ha un prezzo di 38.400 euro.

Ultime notizie su Test Drive

Tutto su Test Drive →