Kia EV6: prova, prezzo, dimensioni, autonomia

Il nuovo crossover a zero emissioni della Casa di Seul punta su un design avveniristico che nasconde un abitacolo lounge e tecnologia d’avanguardia.

Kia ci teletrasporta in un futuro a zero emissioni lanciando sul mercato italiano la nuova EV6, crossover 100% elettrico dal carattere sportiveggiante che punta molto sul confort di marcia, sullo spazio del suo abitacolo e su soluzioni tecnologiche d’avanguardia.

Dimensioni

Lunga 4.680 mm, larga 1.880 mm e alta 1.550 mm, la EV6 nonostante le dimensioni da “media” vanta un passo pari a 2.900 mm, paragonabile a quello di un’ammiraglia. Il merito va ai suoi sbalzi corti, ottenuti grazie all’uso della nuova piattaforma modulare E-GMP, sviluppata in maniera specifica per la trazione 100% elettrica e condivisa con la “cugina” Hyundai Ioniq 5. La EV6 è il primo tassello della nuova gamma a zero emissioni della Casa coreana che presto si allargherà con l’arrivo di un inedito SUV elettrico di grandi dimensioni battezzato EV9.

Design slanciato e futuristico

La vettura sfoggia forme sinuose e modellate che risultano decisamente d’impatto e sono frutto dell’ultimo linguaggio stilistico del costruttore di Seul. La vista anteriore si distingue per la presenza del “Digital Tiger Face“, ovvero l’evoluzione del “Tiger Nose Grille” che ha caratterizzato le Kia degli ultimi anni. La firma luminosa vanta un sistema ad illuminazione dinamica “sequenziale” mentre, mentre più in basso troviamo un’ampia presa d’aria che regala grinta e dinamismo.

Le fiancate – coadiuvate da enormi cerchi da 20 pollici dal design aerodinamico – offrono un senso di slancio e dinamicità, grazie anche alle maniglie a scomparsa, inoltre vanno a raccordarsi in maniera armonica nella zona posteriore che risulta decisamente di forte impatto visivo. Il merito va allo spettacolare lunotto decisamente inclinato che termina con una luce led che si estende in senso longitudinale lungo tutta la larghezza del posteriore. L’aerodinamica estremamente curata può inoltre contare su due spoiler, il primo posizionato sul lunotto e il secondo sull’estremità della coda.

Ambiente lounge

Come accennato in precedenza, il pianale lungo quasi 3 metri regala un ambiente interno ampio e confortevole, inoltre il pavimento completamente piatto favorisce l’abitabilità del passeggero centrale posteriore, anche se la presenza del pacco batterie da 77,4 kWh ha costretto ad alzare l’altezza del già citato pavimento, andando così ad incidere leggermente sulla posizione delle gambe.

Tramite la pressione di un tasto, il sedile guidatore può essere inclinato quasi totalmente per permettere il giusto riposo quando serve. Peccato per il tunnel centrale che risulta scorrevole, come quello visto sulla Ioniq 5. I materiali risultano di ottima qualità e ben assemblati, i tasti della climatizzazione e dell’impianto audio posizionati nella console centrale sono a sfioramento, così come quelli della plafoniera, mentre il tasto dell’avviamento e del cambio si trovano nell’ampio tunnel, vicino alla base per la ricarica wireless dello smartphone.

All’estremità superiore della consolle troviamo i due display appaiati da 12,3 pollici l’uno, dedicati rispettivamente alla strumentazione e al sistema di infotainment. Quest’ultimo, di tipo touch, include la maggior parte delle funzioni della vettura e può essere controllato anche tramite comodi comandi vocali, decisamente reattivi. Il volante ospita il resto dei comandi, tra cui quelli dedicati al cruise control e il tasto per gestire le 3 modalità di guida (Eco, Normal e Sport).

Vano bagagli intelligente

Accedere al vano di carico è davvero semplice, alla sinistra del guidatore c’è un comando per l’apertura elettrica dell’ampio portellone, inoltre quest’ultimo ingloba un ulteriore tasto per la chiusura. Lo spazio da 490 litri è ben sfruttabile, inoltre può essere ampliato in un attimo fino a quota 1.300 litri abbattendo il divano azionando una comoda leva. Nel sotto fondo si nasconde invece un subwoofer che verrà molto apprezzato dagli amanti della musica. Un risultato niente male se si pensa che in basso si trova la generosa batteria.

Impressioni di guida

Abbiamo avuto il piacere di guidare la EV6 in un breve test di circa un’ora tra le strade trafficate di Milano e su alcune strade extraurbane che attraversano l’hinterland del capoluogo lombardo. La versione protagonista del nostro test era la versione con due propulsori elettrici sincroni, posizionato uno per asse in modo da ottenere una trazione di tipo integrale. La potenza complessiva è pari a 325 CV e 605 Nm di coppia.  In alternativa ricordiamo che c’è la versione entry-level con un solo motore posteriore da 229 CV, mentre nel prossimo futuro è attesa la EV6 GT da 585 CV e 760 Nm di coppia in grado di scattare da 0 a 100 coperto in appena 3,6 secondi.

Nelle prime manovre bisogna abituarsi alle proporzioni della vettura, caratterizzate da sbalzi molto corti, inoltre il diametro della corona risulta forse un po’ troppo ampio. Dopo pochi metri però il feeling con la vettura si fa sempre più grande, anche nel traffico più intenso dove si apprezza la guida leggermente rialzata. A bordo della EV6 si viaggia nel massimo confort e nel silenzio più assoluto, cosa che sarà molto apprezzata da chi fa macina tanti chilometri, sia per lavoro che per piacere.

Confort e sicurezza vengono esaltati in maniera esponenziale dai sistemi di assistenza alla guida, tra cui spicca il cruise control adattivo, molto preciso e dolce nelle manovre di accelerazione e frenata. Quest’ultima risulta molto potente e modulabile, inoltre è possibile utilizzare soltanto il pedale dell’acceleratore se si sfruttano le potenzialità del sistema di frenata rigenerativa, gestibile tramite i paddle dietro il volante. La EV6 GT-Line della nostra prova offre prestazioni da vera sportiva, lo scatto da 0 a 100 km/h viene bruciato in 5,4 secondi, mentre la velocità massima è limitata a 185 km/h. Il peso 2.090 kg si fa sentire nei trasferimenti di carico, ma grazie all’ottimo assetto la vettura non si scompone mai, inoltre assorbe le asperità del terreno in maniera egregia.

Ricarica elettrica

Stupisce anche la velocità della ricarica se si sfruttano le colonnine super veloci Ionity compatibili con una potenza massima di 350 kW che grazie all’architettura a 800V permette di ricarica dal 10 all’80% di batteria in appena 18 minuti. Se invece si sfrutta una corrente alternata da 11 kW è necessario attendere 7 ore e 20 minuti. Super utile anche la funzionalità “Vehicle to Load” che trasforma l’auto in un super batteria capace di ricaricare o alimentare dispositivi esterni con una potenza di 3,68 kW. L’autonomia dichiarata (ciclo WLTP) sfiora i 500 km, ma dopo la guida su percorso misto non disdegnano qualche accelerata e con la climatizzazione in funzione 400 km sembrano più a portata di mano. Ricordiamo la versione entry-level a trazione posteriore dichiara in WLTP fino a 520 km.

Prezzi

La Kia EV6 viene offerta in tre versioni: si parte dalla RWD da 49.500 euro, salendo di gradino troviamo la AWD da 53.000 euro, mentre al top di gamma si posiziona la variante GT-Line AWD da 61.000 euro. In arrivo nel 2022 la EV6 GT offerta a partire da 69.500 euro.

Ultime notizie su Auto Elettriche

Tutto su Auto Elettriche →