Free to X: nuove stazioni di ricarica HPC a Teano Ovest

Possono ricaricare fino a 300 kW e rappresentano parte di una rete che attraverserà l’Italia da nord a sud entro il 2023

L’auto elettrica sta prendendo piede sul mercato, e l’arrivo di nuovi incentivi potrebbe sancire un’ulteriore diffusione di una tipologia di veicoli tanto innovativa quanto discussa. Infatti, con le vetture ad impatto zero bisogna cambiare abitudini consolidate, come arrivare al momento del rifornimento con poco carburante a bordo. Le batterie necessitano di più tempo per ricaricarsi rispetto alla classica sosta dal benzinaio delle auto termiche, per cui è consigliabile non farle scaricare del tutto prima di attaccare l’auto all’eventuale colonnina, ma anche pianificare i viaggi, perché l’itinerario sarà sicuramente più fluido con colonnine HPC (acronimo di High Power Charge) lungo il percorso.

Ecco che per rendere l’autostrada più fruibile Free ToX, start-up del gruppo ASPI dedicata allo sviluppo di servizi avanzati per la mobilità, ha attivato nella giornata di lunedì 21 marzo, presso l’area di servizio di Teano Ovest, sulla autostrada A1, nel tratto Roma – Napoli, la prima stazione di ricarica HPC nel sud Italia sulla rete di Autostrade per l’Italia. Stefano Catolino, Responsabile e-Mobility Free To X, dichiara:

Si tratta della settima stazione di ricarica HPC sulla rete di Autostrade per l’Italia di un progetto avviato nel 2021, che nel 2023 porterà 100 stazioni ad alta potenza da Milano fino a Taranto e Napoli con colonnine a 300 kW grazie alle quali si accorciano notevolmente i tempi di ricarica.

A Teano Ovest stazione di ricarica con 4 punti di approvvigionamento energetico

Quello di Teano è uno snodo importante, e può vantare ben 4 punti di ricarica capaci di erogare corrente continua fino a 300 kW, in questo modo anche le vetture più potenti come la Porsche Taycan Turbo S, riescono a ricaricarsi rapidamente, in circa minuti, visto che la sportiva EV teutonica può ricevere corrente a ben 270 kW.

Quando ci sono due vetture in contemporanea per ognuna delle 2 colonnine, la velocità di ogni singolo attacco arriva a 150 kW, comunque un bell’andare, visto che auto più orientate ad una clientela più estesa, come le Volkswagen ID.3 ed ID.4 possono ricaricarsi fino ad un massimo di 125 kW utilizzando corrente continua. In effetti, le promesse sono state mantenute, come mostrano le immagini nelle quali una ID.3 ed una Tesla Model 3 sono impegnate nel ricevere energia in DC in contemporanea. Qualora la presenza di vetture elettriche sulle strade aumentasse in maniera più rapida, e fosse necessario incrementare i punti di ricarica nella stazione di servizio di Teano Ovest, Stefano Catolino ci rassicura ricordandoci che quest’ultimi sono ampliabili fino ad un numero di 8.

Una rete in espansione

Con 17 cantieri attivi in altrettante stazioni di servizio dislocate tra territori del nord e del centro sud Italia, Free To X continua l’opera d’espansione della rete di ricarica che dovrebbe giungere a compimento nell’estate del prossimo anno con un ritmo di 6/7 cantieri al mese. “Fin da quando, lo scorso anno, il piano di elettrificazione della rete gestita da ASPI è stato avviato, Free To X si è impegnata nella progettazione di un network che assicurasse la neutralità geografica da nord a sud, con un’interdistanza di 50 km. Teano Ovest è la prima apertura nel sud Italia e, a breve, ne seguiranno altre”, ha dichiarato Giorgio Moroni – CEO Free To X.

Nel frattempo, nelle giornate di giovedì 24 marzo e venerdì 25 marzo, nuove stazioni di ricarica HPC verranno attivate nelle stazioni di servizio di Arda Ovest (A1 – Milano-Bologna) e Brianza Nord (A4 – Milano-Brescia). “Inizialmente, il progetto doveva completarsi nel 2027, ma si è deciso di accelerare i tempi per guidare la transizione verso la mobilità elettrica in Italia – conclude Stefano Catolino.

Ultime notizie su Ibride/elettriche

Tutto su Ibride/elettriche →