Formula E: Gara2 Ad Diriyah vinta da un grande Mortara

La corsa si chiude dietro la safety car con Mortara che trionfa con merito davanti a Frijns e Di Grassi, solo decimo De Vries

Il primo appuntamento della Formula E per la stagione 2022 arriva alla seconda gara in programma, e De Vries, dopo la vittoria di ieri, conquista la pole position ai danni di Mortara, con la Venturi, in pratica una Mercedes privata, che scatterà in seconda posizione. Solamente 12esimo al via Vandoorne, ieri scattato nella prima casella, e 20esimo Giovinazzi, più veloce rispetto a Gara1, ma ancora lontano dai migliori. Il campione del mondo in carica vuole bissare il successo in Gara1, e la Mercedes dimostra di essere la monoposto da battere. Occhio all’attack mode che è utilizzabile 2 volte in corsa, e consente di innalzare la potenza di 30 kW, quindi fino a 250 kW, per il tempo di 4 minuti.

Partenza pulita con De Vries che comanda le operazioni

Sotto i riflettori partono bene i primi 5 e De Vries si mette al comando delle operazioni. Vandoorne inizia la sua rimonta e guadagna una poisizione, poi Dennis qualche minuto dopo supera Da Costa per l’ottava posizione. Davanti il campione del mondo in carica prende il largo staccando visivamente Mortara. Da Costa a 40 minuti dalla fine è in difficoltà e viene superato anche da Wehrlein scendendo in decima posizione con Vandoorne alle spalle. Da ora si può utilizzare l’attack mode, e Frijns inizia a tallonare Mortara con la sua Envision per la seconda posizione. I primi a sfruttare il boost sono Vandoorne, Dennis e Rowland. Anche Frijns e Lotterer propendono per la modalità attack mode, e un giro dopo passano a 250 kW anche De Vries e Mortara.

Le Venturi passano al comando con Di Grassi e Mortara

A poco più di 33 minuti alla fine Mortara deve guardarsi da un Frijns decisamente aggressivo che punta alla seconda posizione, ma dietro il pilota della Envision c’è Di Grassi, che con l’altra Venturi può tentare il sorpasso per guadagnare la terza posizione. Doppio sorpasso di Da Costa e Wehrlein ai danni di Askew, debuttante nella categoria nel team Andretti. Mentre davanti è Di Grassi ad essere protagonista sopravanzando Frijns e mettendosi dietro al suo compagno di squadra, Mortara, che viaggia al secondo posto provvisorio. Colpo di scena: Di Grassi super aggressivo con il secondo attack mode supera De Vries e prende la testa della corsa favorendo anche il sorpasso successivo di Mortara sul pilota della Mercedes. Sono le due Venturi a guidare la gara a 25 minuti dalla fine.

Mortara diventa leader e le Venturi prendono il largo

Le cose in Formula E sono sempre soggette a cambiamenti, e così Mortara supera Di Grassi e diventa il nuovo leader di Gara2. Mentre Lotterer entra in azione sopravanzando Frijns e mettendosi a caccia di De Vries. Ma Frijns restituisce il sorpasso a Lotterer che ritorna quinto. Nonostante l’attack mode De Vries non riesce a guadagnare terreno rispetto ai due piloti Venturi e perde anche una posizione a favore di Frijns mettendo a rischio il podio. Ma a 15 minuti dal termine della corsa i primi 4 sono praticamente attaccati, visto che Mortara e Di Grassi lottano tra loro favorendo il ritorno degli altri.

De Vries perde posizioni dopo il sorpasso di Vergne

Disastro De Vries: viene superato da Vergne, perde la quarta posizione e poi altre tre posizioni subendo anche il sorpasso di Vandoorne. A 12 minuti dalla fine l’olandese, che ieri ha trionfato, ed oggi è partito in pole, è solamente nono. I sorpassi continuano, con Frijns che supera Di Grassi e passa al secondo posto provvisorio. Bandiera gialla per Sims che va contro le barriere con la sua Mahindra e determina l’ingresso della safety car ad 8 minuti dal termine. Tutto può ancora succedere con il gruppo si compatta.

La corsa finisce dietro la safety car con Mortara vincente

La gara si conclude in regime di safety car con Mortara che vince davanti a Frijns ed al suo compagno di squadra Di Grassi. Ai piedi del podio Lotterer, mentre De Vries chiude in decima posizione.

Ultime notizie su Motorsport

Tutto su Motorsport →