F1: Alonso correrà in Aston Martin nel 2023

Il pilota spagnolo correrà in F1 al posto di Vettel.

La F1 viaggia su ritmi altissimi e, appena si libera un sedile, si crea una nuova opportunità. Così, Fernando Alonso ha preso al volo l’occasione ed è passato in Aston Martin. L’annuncio è arrivato a poca distanza dalla conferenza con cui Vettel ha annunciato l’addio a fine stagione.

F1: Alonso in Aston Martin troverà un compagno di squadra meno impegnativo?

Come è ormai noto, nella stagione di F1 2023, Alonso correrà al fianco di Lance Stroll, figlio del patron della scuderia Lawrence, il confronto sarà meno impegnativo rispetto a quello con Ocon? Attualmente, in questa stagione Ocon si è dimostrato un ostacolo ostico in gara per l’asturiano, e il GP di Ungheria l’ha dimostrato. Già dalla partenza tra i due ci sono stati duelli fin troppi spinti per essere piloti dello stesso team. Alla fine, Alonso è arrivato davanti ad Ocon, ma nella classifica piloti, attualmente, Ocon è ottavo con 58 punti, mentre Alonso è decimo con 41 punti.

Certo, il 2 volte campione del mondo è stato anche sfortunato in alcune gare, ma con Ocon sta trovando un pilota solido che, con fare meno appariscente, gli tiene testa. Con Stroll sarà lo stesso? Sulla carta Lance appare meno performante di Ocon, ma con la vettura giusta anche lui può dire la sua. Inoltre, è sempre il figlio del futuro datore di lavoro, e questo è un fattore da non dimenticare, e che, alla lunga, potrebbe incidere. Tutto dipenderà, dunque, da quale sarà l’approccio tra i due e da come evolverà la situazione in pista, gara dopo gara. Con Vettel, pilota gentiluomo, il confronto, semmai c’è stato, è sempre stato pulito. Ma con Alonso, specie se la vettura non va, e con l’Aston Martin c’è questa eventualità, i team radio potrebbero diventare incandescenti.

F1: Aston Martin meno performante dell’Alpine

Un altro aspetto da considerare nella F1 di oggi è quello delle performance delle monoposto. Alla luce della situazione attuale, infatti, l’Alpine è nettamente più in palla dell’Aston Martin, e la classifica dei costruttori lo dimostra. Ancora una volta, i numeri vengono in nostro sostegno. Al momento, dopo Red Bull, Ferrari e Mercedes, c’è l’Alpine, seppur staccata di molto. Il team francese è la quarta forza del campionato davanti a McLaren, che la segue a soli 4 punti. Per trovare l’Aston Martin bisogna guardare il fondo della classifica, visto che occupa il penultimo posto con appena 20 punti. Si tratta di ben 79 punti in meno rispetto all’Alpine. Un campione che cerca le sue ultime chance per tornare a vincere, di fronte a certe cifre dovrebbe riflettere 2 volte, ma Alonso è convinto, come si evince dalle sue dichiarazioni.

Nessuno oggi in Formula Uno sta dimostrando una visione più ampia e un impegno assoluto per vincere, e questo rende l’opportunità per me davvero entusiasmante. Ho ancora la fame e l’ambizione di lottare per stare davanti e voglio far parte di un’organizzazione che si impegna a imparare, svilupparsi e avere successo. Siamo tutti consapevoli che c’è molto da fare per arrivare in prima linea e che dobbiamo impiegare tutte le nostre energie per lavorare insieme alla ricerca della performance.

Un contratto pluriennale alla base della scelta

In Aston Martin Alonso è sicuro di poter continuare a correre in F1 oltre il 2023, infatti ha siglato un contratto pluriennale. Nello specifico, sarà in forze al team inglese nel 2023 con l’opzione di rinnovo a suo favore. Una condizione che in Alpine non era stata accettata, e che quindi ha portato ad una frattura insanabile. Il passaggio di Alonso in Aston Martin ha liberato il posto in Alpine per Oscar Piastri, stella delle serie minori che è pronta a splendere in formula 1. Il mercato piloti però continua, con altri sedili da assegnare, e con una situazione in McLaren decisamente insidiosa per Ricciardo.

Ultime notizie su Motorsport

Tutto su Motorsport →