Coppa Milano-Sanremo: tutto pronto per l’edizione 2022

Dall’Autodromo di Monza alla Città dei Fiori: 700 km in tre tappe attendono le vetture di grande prestigio iscritte all’edizione numero 13 della “Signora delle Gare” che prende il via giovedì 31 marzo.

È tutto pronto per la tredicesima edizione della “Coppa Milano-Sanremo”. La manifestazione di regolarità, che tradizionalmente inaugura la stagione dei principali eventi italiani dedicati al motorismo vintage, prenderà il via giovedì 31 marzo, all’Autodromo di Monza, per concludersi sabato 2 aprile sul Lungomare di Sanremo ed un’appendice post-gara a Montecarlo.

Gli equipaggi iscritti – che rispondono ai grandi nomi del comparto “veteran” – provengono da tutta Italia e da diversi Paesi europei. Fra i partecipanti attesi al via, anche Gian Maria Gabbiani, già presente lo scorso anno e freschissimo vincitore della prima prova stagionale del Campionato Italiano Rallycross che si è svolta nel weekend del 20 marzo all’Ittiri Rally Arena.

Seconda tappa del Campionato Italiano Grandi Eventi ACI Sport

Più di cento prove speciali (di cui sei a media) in oltre 700 km di percorso che si snoda fra la Pianura Padana, le impegnative rampe dell’Appennino ed il tortuoso saliscendi dell’Aurelia, nel Ponente ligure, costituiscono lo scenario sul quale si tiene l’edizione 2022 della “Signora delle Gare”, che si conferma protagonista all’interno del Campionato Italiano Grandi Eventi 2022 di ACI Sport, riservato alle più importanti gare di regolarità classica e che si è aperto nella prima metà di marzo con la Coppa delle Alpi by 1000 Miglia 2022 e dopo la Coppa Milano-Sanremo proseguirà, via via, con la Coppa d’Oro delle Dolomiti (14-17 luglio), il Gran Premio Nuvolari-Gran Premio Mantova (15-18 settembre) e si concluderà con la Targa Florio Classica (13-16 ottobre).

Categorie di vetture ammesse

Al via della Coppa Milano-Sanremo 2022 saranno esclusivamente vetture costruite fra il 1906 (anno di svolgimento della prima edizione) e il 1990, in possesso di passaporto FIVA, di fiche FIVA Heritage, omologate ASI, munite di fiche ACI Sport, oppure appartenenti ad un Registro Storico di Marca, in modo da riunire l’importante patrimonio storico dei diversi Raggruppamenti.

A conferma del positivo gradimento riscontrato nella passata edizione, ed anche per ampliare il target di riferimento, gli organizzatori (che fanno capo all’ASD Club della Ruggine in affiancamento con Equipe Gran Prix) hanno scelto di aprire nuovamente la partecipazione anche alle vetture “post-1990”: le Youngtimer, Instant Classic e supercar “new gen” che si candidano al ruolo di “regine storiche di domani” tuttavia raccolgono già, ed a pieno diritto, il testimone di protagoniste d’epoca dalle loro “antenate”.

Non chiamiamola “passeggiata”…

Chi ritiene che dire “auto storiche” corrisponda a definire tranquille escursioni che non mettano alla prova le preziose meccaniche vintage, dovrà ricredersi. I momenti glamour non mancheranno di certo: dalla parata inaugurale delle vetture presso l’Automobile Club di Milano, nel centralissimo Corso Venezia, al défilé di venerdì sera alla Marina di Portofino, al transito nel centro di Genova – Capitale dello Sport 2024 – di sabato mattina.

Tuttavia, di fronte al parabrezza delle vetture che prenderanno il via dall’Autodromo di Monza ci sono tre giornate effettive di gara, intervallate da più di un centinaio di prove cronometrate e sei prove a media, fra la Pianura Padana, l’Appennino piemontese e ligure, il difficile Monte Fasce (alle spalle di Genova), il classicissimo Passo del Turchino, l’impegnativo Passo del Faiallo (nell’incantevole e selvaggio scenario del Parco del Beigua), il passaggio sul Colle del Melogno, la “picchiata” verso Loano e, in ultimo, la “volata finale” a Sanremo. Con in più un trasferimento alla volta del Principato di Monaco, negli spazi del prestigioso Hotel Fairmont, per l’esclusivo gala dinner e la cerimonia finale di premiazione. Una conclusione che crea un gemellaggio virtuale fra il centenario circuito brianzolo e il Principato di Monaco, a omaggio di due luoghi-simbolo del motorsport internazionale.

Si corre nel “Tempio della Velocità”

Fra gli scenari che caratterizzano la Coppa Milano-Sanremo 2022, un omaggio ai cento anni dell’Autodromo di Monza, da dove – come si accennava più sopra – l’evento prenderà ufficialmente il via giovedì prossimo con una esclusiva “experience” per i partecipanti. Dopo le verifiche sportive e tecniche ed una serie di giri in pista, le vetture avranno l’opportunità di cimentarsi in undici nuove prove speciali lungo il tracciato dell’Autodromo, che comprenderanno lo storico Anello di Alta Velocità (cioè la Pista Sopraelevata) ed alcuni tratti del circuito utilizzate nell’ACI Rally Monza, prova che aveva concluso il Mondiale Rally 2021.

Coppa Milano Sanremo 2022: il programma

Giovedì 31 marzo

  • Dalle 9 alle 10. Ritrovo presso Autodromo di Monza, inizio accrediti, verifiche sportive, verifiche tecniche;
  • Dalle 10 alle 12. Pista a disposizione per giri liberi;
  • Dalle 12,30 alle 14. Pranzo a buffet presso Sala della Regione;
  • Dalle 14,30 alle 16. Partenza della 13. Rievocazione Storica in Autodromo e prime prove cronometrate;
  • Dalle 16 alle 16,30. Partenza per Milano, Corso Venezia;
  • Dalle 16,30 alle 17,30. Presentazione degli equipaggi presso la sede dell’Automobile Club Milano (Corso Venezia);
  • Dalle 17,30 alle 19. Check-in presso “Una Hotel Milano Verticale”;
  • Dalle 20 alle 20,45. Aperitivo di benvenuto;
  • Dalle 20,45 alle 22. Opening dinner presso “Una Hotel Milano Verticale”.

Venerdì 1 aprile

  • Ore 7,30. Partenza presso Piazza XXV Aprile;
  • Dalle 12,40. Pranzo ad Acqui Terme presso Cantine Cuvage;
  • Ore 18,20. Arrivo della prima vettura a Rapallo e presentazioni delle auto al pubblico;
  • Dalle 19. Portofino défilé photo opportunity;
  • Ore 20. Check-in primi equipaggi presso Excelsior Palace Hotel (Rapallo);
  • Ore 21. Cena a buffet presso Excelsior Rapallo.

Sabato 2 aprile

  • Dalle 7,30. Partenza da Rapallo;
  • Dalle 13,30. Pranzo presso Marina di Loano;
  • Dalle 18,30. Arrivo a Sanremo (Lungomare) e termine della gara; trasferimento in direzione Montecarlo;
  • Dalle 19. Inizio check-in presso Hotel Fairmont;
  • Dalle 21. Cena di gala presso Hotel Fairmont e premiazioni.

Domenica 3 aprile

  • Fino alle 12. Check-out.

La Coppa Milano-Sanremo si avvale della partecipazione di numerose aziende partner: Urban Up-Unipol (progetto dedicato alla valorizzazione del patrimonio immobiliare del Gruppo Unipol), Mercedes-Benz (official partner dell’evento) con la concessionaria ufficiale Merbag SpA. E ancora: la collaborazione con Cuvage (eccellenza italiana dello spumante metodo classico, fornitore ufficiale per il settore beverage), Marina di Loano SpA, Tag Heuer (servizio di cronometraggio ufficiale), Riva-Brand Experience di Santa Margherita Ligure e Milano Verticale-UNA Esperienze, location esclusiva della serata di inaugurazione.

Milano-Sanremo: la storia

Più “vecchia” di un anno rispetto alla “Classicissima di Primavera” del ciclismo, nata nel 1907, la Coppa Milano-Sanremo vide in effetti lo svolgimento della prima edizione nel 1906: era l’epoca d’oro dei “Grand Tour” in automobile, nei quali i gentlemen pionieri del volante organizzavano i raduni turistici con un’allure sportiva (simile, in questo senso, era il Rally Monte Carlo “datato” 1911) utili a cimentarsi in ardimentosi viaggi dall’indubbio valore tecnico, in quanto servivano anche a saggiare la robustezza delle vetture e le doti di guida dei partecipanti sulle lunghe distanze.

La manifestazione che collega Milano con la Riviera delle Palme visse il proprio massimo splendore agli albori degli anni 30, prima che la Seconda Guerra Mondiale ne causasse la forzata sospensione. Un lungo periodo di silenzio non impedì alla Coppa Milano-Sanremo di ritrovare i propri fasti già nel 1948, anche grazie alla passione ed all’interesse del grande pubblico (non va dimenticato che, all’epoca e nei due decenni successivi, Sanremo fu sede dell’omonimo Circuito automobilistico e motociclistico che richiamò piloti di caratura internazionale). Il format di gara, rimasto praticamente immutato negli anni, fece della Coppa Milano-Sanremo un punto di riferimento per un numero sempre maggiore di equipaggi italiani ed esteri, segnalandosi, altresì, anche per la cospicua partecipazione femminile che porterà addirittura alla costituzione di un’apposita “Coppa delle Dame”.

La gara si svolse, nella formula della regolarità, fino al 1973, quando la crisi petrolifera ne decretò la fine. Dopo un trentennio di assenza dal panorama sportivo, nel 2003 i motori tornarono a rombare fra la Pianura Padana e la Riviera Ligure, come rievocazione storica in grado di attrarre enthusiast da ogni parte del mondo.

Ultime notizie su Auto storiche

Nel nostro paese viene considerata automobile storica (o d’epoca) una vettura che abbia superato il 20° anno di vita. Il proprietario deve tuttavia iscriverla in uno fra i club federati ASI (Automotoclub Storico Italiano) o [...]

Tutto su Auto storiche →