Chaos, l’ultracar greca da 3000 CV che vuole battere tutti i record

La prima “ultracar” grazie ai suoi 3.000 CV è pronta sfidare i mostri sacri dell’automobilismo mondiale.

A guardarla sembra forgiata niente di meno che da Efeso, il Dio greco del fuoco e delle fucine: stiamo parlando della Chaos, la prima “ultracar” greca sviluppata da Spyros Panopoulos e pronta a sfidare le auto appartenenti all’Olimpo della velocità e della potenza.

Video-teaser

Caratterizzata da un corredo tecnico superlativo, caratterizzato dall’uso di un monoscocca in Zylon, e da un poderoso propulsore da ben 3.000 CV, caratteristiche che sono valse alla vettura l’appellativo di “ultracar”. L’obiettivo dichiarato della factory ellenica è quello di battere tutti i record di velocità detenuti dalle hypercar più blasonate, una sfida emozionante anticipata da un video-teaser altrettanto coinvolgente.

Quest’ultimo mostra alcuni degli incredibili componenti che compongono questa vettura, a partire dalle bielle in carbonio, passando dai pistoni in ceramica stampati in 3D e fino ad arrivare alle firme luminose dotate di tecnologia Matrix LED. Le forme della vettura vengono svelate solo in parte, se infatti nei fotogrammi viene mostrata la parte posteriore, la vista frontale viene nascosta da un telo.

Valori da capogiro

Sotto il corpo vettura realizzato in materiale composito batte un propulsore V10 da 3.988 cc, sovralimentato grazie all’azione di due turbo equipaggiati con girante e chiocciola in fibra di carbonio per il compressore, e un composito di titanio e ceramica per la girante della turbina. I numeri espressi sono da capogiro: basti pensare che il regime massimo tocca quota 12.000 giri e il rapporto di compressione è pari a 12,3:1.

La potenza specifica è pari a 750 CV/l, un valore pazzesco se si pensa che un cavallo di razza come la Ferrari F8 Tributo si ferma a 185 CV/l. Potenza e coppia sono scaricati sulla trazione integrale tramite l’uso di un cambio a doppia frizione e 8 rapporti. Grazie all’uso di materiali superleggeri, l’ago della bilancia si ferma a 1.300kg, un valore estrapolato dal rapporto ufficiale di peso-potenza, pari a 2,3 CV/kg, mentre la deportanza dovrebbe raggiungerebbe i 1.740 kg.

Prestazioni incredibili

Secondo i dati dichiarati dal costruttore, la Chaos dovrebbe raggiungere i 500 km/h e accelerare da 0 a 100 km/h in 1,8 secondi, da 100 a 200 km/h in 2,6 secondi e da 160 a 241 km/h in 2,2 secondi. Cotanta prepotenza viene messa a bada da un impianto frenante carboceramico con dischi da 428 mm all’anteriore e 416 mm al posteriore. I cerchi in titanio realizzati con stampa 3D, misurano 21 pollici all’anteriore e 22 pollici al posteriore.

Record da battere

Gli obiettivo della Chaos sono battere alcuni dei record più rappresentativi del settore automotive, come ad esempio il record sul giro al Nurburgring, che appartiene attualmente alla Mercedes-AMG GT Black Series (6’43”616) e quello di velocità per auto di serie (SSC Tuatara, 455,3 km/h).

Abitacolo

Osservando l’abitacolo di questa esotica vettura spiccano immediatamente i sedili ricavati direttamente nella scocca, caratterizzati da superfici in composito (Zytel). La Chaos non rinuncia alle ultime tecnologie e alla connettività, come sottolineando dalla presenza dell’head-up display nel parabrezza dotato di realtà aumentata e alla connessione con la rete 5G che offre i servizi Car-to-X per comunicare con altre auto e infrastrutture smart.

Prezzi e tempi di consegna

Sembra che un facoltoso cliente abbia già ordinato alla Spyros Panopoulos il primo esemplare della Chaos che dovrebbe essere consegnato nel corso dell’inizio del 2022. Sembra che il prezzo di questo esemplare sia di ben 12,4 milioni di euro, una cifra a dir poco da capogiro. Il costruttore ha anticipato che la vettura verrà realizzato solo in 100 unità, con 15-20 esemplari costruiti a mano ogni anno.

 

Ultime notizie su Anticipazioni

Anticipazioni, bozzetti e foto spia delle auto in arrivo nei prossimi anni

Tutto su Anticipazioni →