Auto elettriche e ibride: verso una joint venture fra Stellantis e Samsung SDI

La “big Alliance” Fca-Psa e la società controllata dal colosso coreano Samsung Electronics hanno firmato un memorandum d’intesa che dal 2025 evolverà nella realizzazione di una Gigafactory per la produzione di batterie destinate ad USA, Canada e Messico.

Una joint venture che, quando sarà formalizzata, porterà alla creazione di un “hub” destinato alla produzione di batterie per veicoli elettrici, dedicati al nord America. L’obiettivo è soddisfare il fabbisogno di sistemi di accumulo per auto elettriche e ibride negli Stati Uniti, in Canada ed in Messico. Questa è, in estrema sintesi, la linea strategica adottata da Stellantis e Samsung SDI: la nuova “big Alliance” paritetica Fca-Psa e la società sudcoreana hanno firmato un protocollo d’intesa – che più avanti evolverà in una joint venture – i cui punti-chiave prevedono, dal 2025, la realizzazione di una Gigafactory in grado di produrre, in una prima fase, 23 GWh di capacità di produzione annua, per aumentare successivamente fino a 40 GWh.

Un nuovo step in chiave e-mobility

Samsung SDI – azienda controllata da Samsung Electronics – possiede propri stabilimenti di produzione di batterie per veicoli elettrici in sud Corea, in Cina ed in Ungheria: dagli impianti già in funzione vengono realizzati accumulatori agli ioni di litio per diversi big player automotive, come Bmw e Ford. Dal canto suo, Stellantis aggiunge un ulteriore tassello alla propria strategia di evoluzione verso la e-mobility: è recentissima, in questo senso, la firma di un accordo preliminare con LG Energy Solution, anch’essa rivolta alla produzione di moduli batterie e celle di accumulo per il nord America. La timeline industriale intende portare ad oltre il 40% entro il 2030 le vendite di veicoli elettrificati negli USA.

Più di 30 milioni di euro di investimenti

Cifre alla mano, l’impegno economico e finanziario è notevole (e adeguato all’ampiezza della strategia di sviluppo della mobilità a basse, o del tutto assenti, emissioni allo scarico): i futuri impianti Stellantis-Samsung SDI, indica una nota, saranno in grado di soddisfare la domanda di batterie che equipaggeranno la prossima generazione di veicoli elettrici ed ibridi plug-in destinati a Stati Uniti, Canada e Messico. Per questo, la previsione di investimento si attesta su più di 30 milioni di euro entro il 2025 (cifra che comprende anche lo sviluppo dei software), con la previsione di mantenere il 30% in più di efficienza, rispetto alla media del settore, nel rapporto fra il totale delle spese in Ricerca e Sviluppo ed in conto capitale rispetto ai ricavi.

L’unione fa la forza

L’amministratore delegato di Stellantis Carlos Tavares indica nella nuova partnership con Samsung SDI un’ulteriore tappa nel percorso strategico del Gruppo finalizzato a soddisfare le esigenze degli utenti in chiave e-mobility:

“Con i prossimi impianti di batterie che apriranno i battenti a breve, saremo ben posizionati per competere e infine conquistare il mercato nordamericano dei veicoli elettrici. La nostra strategia di collaborazione con partner altamente qualificati migliora la velocità e l’agilità, caratteristiche necessarie per progettare e realizzare veicoli sicuri, accessibili e sostenibili, in grado di soddisfare nel dettaglio le esigenze dei clienti. Desidero ringraziare tutti i team che stanno lavorando a questo investimento fondamentale per il nostro futuro collettivo”.

Ultime notizie su Annunci

Annunci, presentazione di nuovi modelli.

Tutto su Annunci →