Audi RS3 2021: la nuova sportiva compatta da 400 CV

Il debutto della nuova RS3 inaugura un nuovo capitolo nell’emozionante battaglia tra le Hot Hatch tedesche con oltre 400 CV.

La guerra tra le hot hatch tedesche si prepara ad una nuova ed emozionante battaglia, forse una delle ultime prima della completa elettrificazione del settore automotive. La recente Mercedes-AMG A45 S, attualmente il modello più prestazionale del rispettivo segmento, è pronta a scontrarsi con la nuova ed ultima generazione dell’Audi RS3, proposta sia in versione Sedan (berlina quattro porte) che Sportback (due volumi cinque porte).

Look aggressivo e vistoso

Rispetto all’Audi A3 da cui deriva, la nuova generazione dell’RS3 sfoggia un look ben più aggressivo che si distingue per prima cosa per la nuova ed enorme mascherina frontale a griglia a nido d’ape di colore nero che separa i fari LED Matrix con indicatori dinamici (quando si sbloccano le portiere si animano mostrando la scritta “RS 3”). Non mancano inoltre due enormi presa d’aria posizionate in basso e lateralmente che aumentano la presenza scenica della vettura.

Quest’ultima è ulteriormente enfatizzata dalla larghezza maggiore di 33 mm rispetto alla versione che va a sostituire, inoltre la coda della variante Sportback risulta più lunga di 10 mm. Le muscolose fiancate ospitano cerchi in lega da 19 pollici a 10 razze avvolti da pneumatici Pirelli P Zero “Trofeo R” semi-slick, mentre in opzione è possibile richiedere i cerchi a 5 razze a Y e gli pneumatici semi slick Pirelli P Zero Trofeo R. Al posteriore troviamo un nuovo spoiler (sul lunotto per la Sportback e sulla coda per la Sedan) e un estrattore di colore nero lucido che ospita i due scarichi laterali dalla forma ovale che richiamano quelli della serie precedente. La tavolozza dei colori già presente per la A3 si arricchisce sull’RS3 con le nuove livree specifiche Verde Kyalami e Grigio Kemora, inoltre la versione Sedan può essere personalizzata anche col tetto di colore nero.

Abitacolo racing e strumentazione aeronautica

L’abitacolo della nuova RS3 ricalca quello delle sorelle meno potenti e aggiunge numerosi e vistosi dettagli e personalizzazioni in chiave “racing”. I sedili ad alto contenimento sono rivestiti in pelle nappa, sfoggiando cuciture in contrasto di colore nere, rosse o verdi, tinte utilizzate anche per alcuni dettagli della plancia – come le bocchette – e per la parte superiore del volante. Quest’ultimo risulta rivestito in pelle e Alcantara e mette a disposizione numerosi comandi sulle razze, tra cui il comando RS che permette di selezionare velocemente le modalità di guida RS Performance e RS Individual.

Dietro il volante spicca la strumentazione 100% digitale Audi Virtual Cockpit Plus che sfrutta uno display da ben 12,3 pollici. Quest’ultima permette di mostrare gli indicatori col l’inedita grafica RS Runway che ricorda molto da vicino una strumentazione aeronautica. Come se non bastasse fornisce informazioni specifiche per la guida sportiva e per quella in pista, come ad esempio i dati sulla forza G, i tempi sul giro, l’accelerazione 0-100 km/h o 0-200 km/h e il tempo sui 200 o 400 metri. Non mancano infine luci lampeggianti per i cambi di marcia che, funzione utilizzata nelle competizioni e l’utile Head-Up Display che evita distrazioni durante la guida. La dotazione tecnologica viene completata dalla presenza di un secondo display da 10 pollici incastonato nella console centrale e dedicato al sistema di infotainment che permette di controllare navigazione GPS, connettività per smartphone (Apple CarPlay e Android Auto) e impianto audio.

Potenza da vendere

La parte più interessante succulenta della vettura è ovviamente il propulsore e tutta la meccanica dedicata alla dinamica di guida. Sotto il cofano batte il noto 2.5 litri TFSI che vanta la medesima potenza della versione che sostituisce, ovvero la bellezza di 400 CV disponibili già a 5.600 giri, mentre la coppia raggiunge quota 500 Nm, ovvero un aumento di 20 Nm rispetto al passato, con il risultato di una risposta più corposa ai bassi regimi. Lo scatto da 0 a 100 km/h viene bruciato in soli 3,8 secondi (ottenuti con il Launch Control), mentre la velocità massima è pari a 290 km/h (se si opta per il pacchetto RS Dynamic, altrimenti è limitata a 250 km/h). L’aumento di prestazioni è merito anche dell’adozione della nuova unità di controllo che permette ai vari sensori di comunicare più velocemente tra loro, senza dimenticare la presenza di un nuovo e più veloce cambio automatico doppia frizione a 7 rapporti. Un’altra novità riguarda l’impianto di scarico appositamente ottimizzato con valvole a controllo variabile, in grado di regalare un sound ancora più coinvolgente.

Torque Splitter per traversi epici

Una novità tecnica assoluta è rappresentata dall’RS Torque Splitter che prende il posto del differenziale posteriore e del sistema multidisco. Il nuovo dispositivo dinamico offre una nuova componente elettronica che garantisce una distribuzione della coppia sul retrotreno sempre equilibrata. Quando si guida la vettura ad alte prestazioni, la centralina invia maggiore coppia   alla ruota posteriore più esterna con l’obiettivo di aumentare l’agilità e ridurre il sottosterzo. Gli amanti del drifting possono inoltre optare per la modalità RS Torque Rear per effettuare dei drift da maestro: in questo caso la centralina invia fino a 1.750 Nm su una sola ruota creando il sovrasterzo e facendo partire una conseguente derapata. Il controllo di stabilità essere disinserito del tutto per non interferire sulle

Incollata alla strada

Per gestire le prestazioni da supercar, i tecnici Audi hanno sviluppato sospensioni dotate di un sistema di valvole specifico per la RS 3. Queste ultime modificano l’assetto della vettura in tempo reale in base alle condizioni della strada e allo stile di guida adottato. Con le nuove sospensioni, la RS 3 è più bassa di ben di 10 mm rispetto alla S3 e addirittura di 25 mm rispetto all’A3 non bisogna dimenticare inoltre la presenza dell’unità di controllo mVDC capace di raccogliere i dati dal ripartitore di coppia, dalle sospensioni adattive e dal sistema di trazione in modo da impiegarle per ottimizzare l’agilità dell’auto. Stesso discorso per quanto riguarda l’impianto frenante, più potente e leggero di 10kg rispetto alla vecchia generazione.

Quando arriva?

Le nuove RS 3 Sportback e Sedan potranno essere ordinate da metà agosto e i primi esemplari arriveranno verso le fine 2021. I prezzi per il mercato tedesco partono da 60.000 euro per la Sportback e 62.000 euro per la versione Sedan.

Ultime notizie su Nissan

Nissan viene fondata nel 1935 da Masujiro Hashimoto, ingegnere nato nel 1875 ed il cui principale desiderio consisteva nel realizzare le prime automobili mai prodotte in Gia [...]

Tutto su Nissan →