All’asta una delle ultime Ferrari F40 prodotte

All’asta Kissimmee di Mecum Auctions che si terrà dal 6 al 15 gennaio 2022, ci sarà anche il quartultimo esemplari di Ferrari F40 mai prodotto.

La Ferrari F40 è – forse – una delle auto più celebri in tutto il mondo, una supercar “nuda e cruda”, fatta per esaltare il pilota vero, quello con il pelo sullo stomaco. La F40 fu anche l’ultima nata del Cavallino Rampante sotto l’egida del suo fondatore, Enzo Ferrari, il quale la approvò senza riserve. Il Drake fu orgoglioso di questo modello, che rispettava pienamente la filosofia costruttiva delle sportive di Maranello. All’asta Kissimmee di Mecum Auctions che si terrà dal 6 al 15 gennaio 2022, ci sarà uno degli ultimi esemplari mai prodotti di F40 – nella fattispecie il quartultimo – targato 1992. Un oggetto tanto raro e prezioso, che scatenerà la fantasia dei più audaci collezionisti del settore.

Condizioni pari al nuovo

La Ferrari F40 che sarà protagonista dell’importante asta di gennaio si presenta con una veste classica, quindi con il colore Rosso Corsa e con un chilometraggio di soli 14.053 km in quasi 30 anni di vita. L’originalità è sotto gli occhi di tutti, grazie ai cerchi in lega specifici per questo modello e a tutte le soluzioni conservate e concepite per farla diventare la supercar più estrema degli anni ’80. La F40, infatti, fu la prima vettura del Cavallino Rampante a usare materiali compositi come kevlarfibra di vetro e plexiglas.

Un po’ di storia

La Ferrari F40 non nacque per caso, ma fu concepita per celebrare i 40 anni della Casa fondata dal Drake. Si ispirava a piene mani alle Formula 1 coeve e fu talmente richiesta che, nonostante il prezzo di listino fosse già molto alto (374 milioni di lire, circa 431 mila euro attuali), nel mercato non ufficiale la Ferrari raggiunse quotazioni vicine ai 2 miliardi di lire (2,3 milioni di euro). Quello che stupiva di quest’auto era la sua anima, ruggente e indomabile, grazie soprattutto a quello che si nascondeva – ma neanche tanto – dietro all’imponente cofano motore a vista, cioè un possente 2.9 V8 da 478 CV a 7.000 giri e di 577 Nm di coppia, scatenati a terra dalla trazione posteriore e da un cambio manuale a 5 rapporti. Le prestazioni erano sbalorditive, tanto che l’accelerazione da 0 a 100 km/h si registrava in 4,1 secondi e la velocità massima era di 326 km/h. Numeri da record per la sua epoca.

Prezzo

L’esemplare in vendita è offerto con una storia accuratamente documentata che ripercorre i vari passaggi della Ferrari. Uscita dalla fabbrica il 6 giugno 1992, si tratta dell’esemplare numero 19 di 22. La sua stima del valore dovrebbe aggirarsi tra gli 1,7 e i 2,3 milioni di euro. Un prezzo in linea con l’esclusività del modello.

Ultime notizie su Curiosità

Abbiamo raccolto le notizie le più strane, i video i più divertenti e le auto più originali: scopri con noi le curiosità del mondo automobile e condividi con noi i tuoi aneddoti insoliti.

Tutto su Curiosità →