Alfa Romeo Stelvio 6C Villa d’Este: nuova serie speciale

L’elevatissima cura artigianale della storica 6C 2500 Villa d’Este che nel 1949 si aggiudicò il primo premio al Concorso d’Eleganza lariano è alla base della special edition a tiratura limitata.

Il premium SUV del “Biscione” arricchisce la propria gamma con l’introduzione di una inedita serie speciale che attinge, nella denominazione adottata e nell’immagine di modello, alla più pura tradizione italiana nella realizzazione artigianale di elevatissimo valore. E, nello specifico, al proprio passato, ed al Concorso d’Eleganza Villa d’Este in particolare, che nel 1949 assegnò alla magnifica 6C 2500 il primo premio del referendum pubblico. In pratica, la “Best in Show” nominata per referendum.

Chiaro riferimento all’eccellenza storica italiana

La coupé realizzata dalla Carrozzeria Touring Superleggera (su disegno del fondatore Carlo Felice Bianchi Anderloni) e prodotta in appena 36 esemplari fra il 1949 ed il 1952 – ciascuno dei quali, raccontano gli archivi, provvisto di un differente allestimento secondo le specifiche del singolo proprietario – costituisce l’origine concettuale che ha suggerito a Stellantis l’idea di configurare Alfa Romeo Stelvio con un “capitolato” di accessori e dotazioni che rendono omaggio all’eccellenza italiana. Ed ecco spiegata la filosofia alla base della serie speciale “6C Villa d’Este”.

Ecco quanto costa

Già definita la “tiratura” e l’importo di vendita: gli esemplari di Alfa Romeo Stelvio 6C Villa d’Este riservati al mercato italiano sono solamente 85, ad un prezzo che parte da 73.100 euro. Le ordinazioni sono già aperte: a titolo promozionale, Alfa Romeo ha realizzato uno spot, per la regia di Marco Gentile, che ha esordito in TV e sul Web, nel quale vengono descritti entrambi i modelli (6C 2500 Villa d’Este e Stelvio 6C Villa d’Este) in una liaison che punta sull’emozionalità di guida immutata anche con il trascorrere del tempo.

Allestimento: le finiture esclusive

Nel dettaglio, Alfa Romeo Stelvio 6C Villa d’Este viene proposta nell’esclusiva tinta carrozzeria heritage “Rosso Etna” tristrato, a richiamare la storia progenitrice del 1949. Il corpo vettura si riconosce inoltre per le cornici cromate della finestratura laterale e per i cerchi da 21” nel disegno a cinque fori.

All’interno, spiccano il ricamo “6C Villa d’Este” che adorna i poggiatesta anteriori dei sedili rivestiti in pelle e con comando multiregolazione elettrica, il medesimo monogramma (con in più la silhouette della 6C 2500 Villa d’Este) sulla plancia, le palette in alluminio del cambio in corrispondenza del piantone dello sterzo.

Motorizzazione e dotazioni hi-tech

Sotto al cofano, la nuova serie speciale viene equipaggiata con l’unità motrice turbodiesel 2.2 4 cilindri da 210 CV, interamente in alluminio, e con albero di trasmissione in fibra di carbonio (la trazione è integrale Q4) abbinata al cambio automatico ad otto rapporti. Fra gli accessori, si segnalano il modulo di dispositivi ADAS di ultima generazione, la telecamera posteriore con griglie dinamiche, i sensori di parcheggio anteriori e posteriori, il sistema di ricarica wireless per i device portatili, ed il portellone ad azionamento automatico di apertura e chiusura.

Ultime notizie su SUV

Il termine SUV (Sport Utility Vehicle) indica una tipologia d’automobile ad assetto rialzato, generalmente a quattro ruote motrici e dalla vocazione fuoristradistica limitata, senza ridotte e con finiture interne non meno cur [...]

Tutto su SUV →