Salone Auto e Moto d'Epoca di Padova 2019: tante novità

Dal 24 al 27 ottobre prenderà forma l'edizione 36 del Salone Auto e Moto d'Epoca di Padova. Molte novità, tra cui maggiore spazio per i commercianti e la presenza della casa d'aste Finarte. Ovviamente immancabili i modelli che hanno fatto la storia delle quattro ruote.

Si preannuncia un'edizione particolarmente ricca di novità quella del Salone Auto e Moto d'Epoca di Padova 2019, la numero 36. Ci sarà molto più spazio per i commercianti, ci saranno i lotti dell'Asta Finarte, una delle più importanti del settore, e ci sarà il percorso Arts&Crafts fatto per esplorare artigianato, arte, abbigliamento di altissima qualità e design a tema motori. L'appuntamento è segnato sul calendario alle date che vanno dal 24 al 27 ottobre 2019. Saranno tanti a partecipare, si parla di oltre 5.000 veicoli storici, con la presenza di musei come Mauto e Nicolis, oltre ai tanti  Club e Registri storici.

Per chi ama l'automobile e per chi adora la storia del motore, questo diviene un appuntamento imperdibile e un luogo unico in cui si possono vedere le mitiche Rolls-Royce e Bentley degli anni '20, le Mercedes 300 SL con le sue famose "ali di gabbiano" e le Ferrari Daytona, autentiche leggende del Cavallino. Ma nella fiera di Padova vi è spazio anche per tante altre auto, dalle berline alle utilitarie, tutte quelle vetture che hanno contribuito a segnare il passato e che riescono a far rivivere molti ricordi nella memoria di tanti. In più, il museo Nicolis di Verona porterà una Lancia Flaminia “Super Sport Zagato” del 1965, mentre il MAUTO di Torino esporrà una Itala 35/45 HP che vinse nel 1907 l’incredibile raid da Pechino a Parigi
attraversando, in soli 60 giorni, un percorso impervio fatto di deserti e mulattiere e lungo oltre 16.000 chilometri. Modelli eccezionali che impreziosiscono questa kermesse.

Abbiamo detto che lo spazio per i commercianti aumenta significativamente, infatti rispetto alla scorsa edizione essi avranno a disposizione ben 2.000 metri quadrati in più, all'interno del padiglione 15. Inoltre, abbiamo sempre accennato della presenza della casa d'aste Finarte, specializzata in oggetti da collezione dal 1959. Finarte esporrà auto e oggetti rari e preziosi per tutta la durata del salone, ma soprattutto batterà all'asta venerdì 25 la “barnfind” Maserati 3500 GT Touring chassis no. AM101*1714* del 1961 che fu usata da Juan Manuel Fangio durante i suoi periodi trascorsi in Italia.

Come sempre non mancheranno spazi in cui trovare tantissimi ricambi per auto d'epoca, con specialisti del settore, anche per Ferrari a partire dagli anni '50. Poi ci sarà la più grande esposizione nazionale di automobilia: una serie infinita di accessori e documenti storici, cimeli sportivi e opere d’arte. Oggetti da collezione di assoluto pregio. Tra i padiglioni, in più, ci sarà una grande raccolta di oggetti di design, accessori e capi di abbigliamento di altissima qualità. Tra l'altro si possono trovare bauli d'epoca Louis Vuitton, oltre che una rarissima selezione di foulard di seta realizzati negli anni 50 su commissione delle case automobilistiche a stilisti e case di moda prestigiose quali Giugiaro, Hermes e Ferragamo.

  • shares
  • Mail