Mercedes AMG: addio V12, in futuro auto elettrificate e a trazione integrale

La divisione sportiva di Mercedes, celebre per l'artigianalità con cui realizza i suoi magnifici motori, dirà presto addio alla raffinata architettura V12: troppo onerosi i costi di sviluppo, e consumi inconciliabili con le nuove normative europee in materia di emissioni inquinanti. I futuri veicoli AMG saranno quindi tutti elettrificati e dotati di trazione integrale

Mercedes AMG GT

Un annuncio piuttosto malinconico ha nelle scorse ore mosso gli animi di tutti gli automobilisti appassionati di guida e di veicoli ad alte prestazioni, quelli in grado di emozionare. AMG ha infatti deciso di abbandonare nel prossimo futuro il sontuoso, raffinato ed eccezionale motore V12, da lungo tempo sinonimo di sportività e artigianalità, data la cura con cui veniva assemblato manualmente da tecnici specializzati.

Il motivo di questa scelta é presto detto: troppo ingenti i costi di sviluppo per un'architettura così complessa, da aggiungere poi a consumi ed emissioni incompatibili con gli imminenti limiti stabiliti dalle normative europee in materia di inquinamento ambientale. L'abbandono del V12, però, non é l'unica novità che riguarda il noto reparto sportivo di Mercedes: i futuri veicoli che usciranno dai laboratori di Affalterbach, saranno tutti in qualche modo elettrificati e dotati di trazione integrale.

La notizia é stata diffusa da Autocar, che cita le dichiarazioni del responsabile di Mercedes-AMG Tobias Moers, che ha spiegato come questa decisione si sia resa inevitabile affinché anche le loro automobili possano rispettare le sempre più stringenti norme anti inquinamento. Molto probabilmente, dunque, la gamma vedrà l'introduzione di tecnologie mild-hybird e plug-in hybrid, come già avvenuto per le prime AMG 53 mild-hybrid EQ Boost. Per quanto riguarda la trazione posteriore, l'addio invece è riconducibile ad una domanda ormai ridotta al minimo.

Il primo veicolo che potrebbe inaugurare il nuovo corso, dovrebbe essere la Mercedes-AMG Gt Coupé4: sotto il cofano troverebbe così spazio una possente unità ibrida plug-in, in grado di far competere la station estrema con la altrettanto esagerata Porsche Panamera Turbo S E-hybrid, da ben 680 CV.

Se, fino ad ora, la nostalgia ha pervaso ogni singola battuta, non farà che peggiorare la situazione sapere che anche la trazione posteriore sarà sostituita da quella integrale. Niente più sbandate, niente guida al limite: la maggior parte dei clienti AMG ha sempre scelto la propria vettura configurandola, quando possibile, con le quattro ruote motrici, per ragioni di sicurezza e affidabilità.

Inutile quindi proseguire nella realizzazione di vetture che scarichino a terra tutti i cavalli solo sulle ruote posteriori. Il V12 e i traversi potrebbero così presto diventare solo un ricordo nella mente degli automobilisti più appassionati, passando alla storia dell'automobilismo come una delle architetture per vetture meglio realizzati, e più entusiasmanti, di sempre.

  • shares
  • Mail