Crisi per il mercato dell’auto giapponese ?

Mentre in Italia si assiste in questi ultimi tempi ad una crescita del mercato interno, in Giappone si respira aria di crisi: giugno 2007 è infatti il 24° mese consecutivo di flessione delle vendite, con il bilancio semestrale più basso degli ultimi 22 anni.In giugno il calo è stato del 11,2% rispetto allo stesso mese

di Ruggeri

Mentre in Italia si assiste in questi ultimi tempi ad una crescita del mercato interno, in Giappone si respira aria di crisi: giugno 2007 è infatti il 24° mese consecutivo di flessione delle vendite, con il bilancio semestrale più basso degli ultimi 22 anni.

In giugno il calo è stato del 11,2% rispetto allo stesso mese del 2006; in questo dato non sono compresi i mini-vehicle, con cilindrata non superiore ai 660 cc e dimensioni ridotte fissate per legge, che sono però anch’essi al terzo mese di ribasso (-6,1%), dopo dopo 16 risultati utili consecutivi. Un vero tracollo per i trucks, che a giugno hanno perso il 20,2%; lievissima crescita, invece, per le vetture importate (+0,4%).

Considerando le automobili e i trucks, Toyota, leader del mercato mondiale, ha perso nel mese scorso il 12,9% con 124.281 unità, mentre è in controtendenza Lexus (+57,6% con 2.957 auto); bene anche Mitsubishi e Suzuki (entrambe con un buon +8,6%); nella “classifica” Toyota precede Nissan, Honda, Mazda, Mitsubishi, Fuji Heavy, Suzuki.

Tra i mini-vehicle venduti in giugno in Giappone, Daihatsu (56,390 auto, +0,8%), di proprietà Toyota, sembra aver superato definitivamente Suzuki (50.086, -4,6%); a seguire, Honda, Nissan, Mitsubishi, Fuji Heavy e Mazda.

Via | Autolinknews.com

Ultime notizie su Dati vendita automobili

Sono lontanissimi gli anni in cui nel nostro paese si immatricolavano quasi 2.5 milioni di automobili nuove. Era un periodo di benessere, di tranquillità economica, durante il quale nessuno prestava troppa attenzione ad un settore che da lì a [...]

Tutto su Dati vendita automobili →