Guida autonoma: Mercedes Intelligent World Drive fa tappa in Australia

La terza tappa del Mercedes Intelligent World Drive è stata l'Australia, nuovo banco di prova per il prototipo di Classe S a guida autonoma.

Presentato ed iniziato in Europa in occasione del Salone di Francoforte, l'Intelligent World Drive tour di Mercedes-Benz prosegue in Australia dopo la tappa cinese di Shanghai, con un prototipo di Classe S a guida autonoma chiamato ad affrontare le particolari sfide del traffico australiano.

La tappa australiana è la terza di un tour che a dicembre si sposterà in Sud Africa prima di chiudere il cerchio dei cinque continenti negli Stati Uniti in occasione del Ces di Las Vegas a gennaio. L'obiettivo è quello di raccogliere più dati possibili sulle reali condizioni di traffico per lo sviluppo ed il progresso delle tecnologie attuali e quello australiano è un banco di prova importante. Svoltare a destra spostandosi dalla corsia di sinistra, l'ampio uso di cartellonistica elettronica a Led che si fa in Australia, cartelli locali, aree urbane trafficate e canguri che balzano improvvisamente in mezzo alla strada.

Dopo il traffico di Shanghai, verrà esaminato il comportamento della Classe S autonoma in situazioni di traffico differenti da quello Europeo o asiatico: alcuni segnali si trovano solo in Australia e l'intelligenza artificiale dovrà essere in grado di capire quale sia l'interpretazione corretta per ogni momento. Il sistema stradale australiano prevede sempre più spesso l'uso di display elettronici con limiti di velocità variabili studiati per migliorare sia il flusso del traffico che la sicurezza.

Sono dotati di un display a LED bianco brillante, un anello LED rosso e una spia gialla a LED e sono in grado di visualizzare non solo i limiti di velocità ma anche semplici simboli e lettere. In alcuni casi sono posizionati uno dopo l'altro, per garantire un flusso di traffico dinamico e possono modificare ciò che visualizzano in frazioni di secondo.

Questi segnali rappresentano una sfida importante per le prestazioni della fotocamera digitale e la qualità dei dati di mappatura digitale, alla base delle funzioni di guida automatizzate come Active Speed ​​Limit Assist e Active Distance Assist DISTRONIC. Insolito rispetto al traffico stradale europeo è anche il numero estremamente elevato di animali che attraversano la strada, con la conseguenza che purtroppo è altrettanto alto il numero di incidenti che coinvolgono koala o canguri.

Proprio i canguri, ad esempio, rappresentano una sfida particolare nell'ulteriore sviluppo dei sensori, in quanto non attraversano la strada ma saltano, sono poi in grado di raggiungere un'altezza massima di 1,5 metri e una velocità di 60 chilometri all'ora. Inoltre, si è scatenato il dibattito su come il veicolo dovrebbe reagire quando rileva gli animali.

Per questo Mercedes sta testando la nuova tecnologia Digital Light, che utilizza un abbagliante continuo (con funzione antiaccecamento) dotati di chip e di oltre un milione di micro-specchi (pixel) per proiettore, in grado di dare una distribuzione ideale della luce e di comunicare con l'ambiente circostante.

  • shares
  • Mail