Jeep: la produzione si trasferisce in Cina?

Jeep: tutte le novità presentate al Salone di Parigi 2012

Fiat ed il partner cinese Guangzhou Automobile stanno discutendo la possibilità di realizzare nella Repubblica Popolare i futuri modelli del marchio Jeep. Lo ha rivelato Mike Manley, responsabile del Lingotto per l’Asia, secondo cui i vertici del gruppo Fiat-Chrysler hanno avviato "discussioni molto approfondite" con gli omologhi di Guangzhou al fine di produrre automobili Jeep in Cina, sulla scia di quanto già avviene con la Viaggio: la berlina Fiat viene assemblata nello stabilimento di Changsha a partire dal giugno 2012. Il gruppo Chrysler non produce in Cina dal 2009 – anno in cui fu acquistato dal Lingotto – e sta valutando una clamorosa scelta industriale, se è vero che Manley ritiene che “dal punto di vista dei volumi l'opportunità che si crea è molto importante, tanto che potremmo spostare nel Paese asiatico l'intera produzione di Jeep".

Questo per soddisfare la crescente richiesta degli automobili cinesi, talmente convinti dai nuovi prodotti da averne risollevato i volumi di vendita: nel 2012 sono state vendute 33.463 unità, valore quasi doppio rispetto al medesimo periodo del 2011. Il mercato cinese non è l’unico a fornire grandi soddisfazioni al gruppo italo-statunitense. Nel solo 2011 l’impianto brasiliano di Minas Gerais ha sfornato ben 754.276 automobili a marchio Fiat, comprese quelle Uno e Palio che rappresentano il secondo ed il terzo modello più venduto dietro all’inossidabile Volkswagen Gol. Fiat ha già deliberato un investimento di 1.5 miliardi di euro per realizzare un secondo stabilimento, nel Pernambuco, con una capacità produttiva di 250.000 vetture/anno.

Via | Borsa Italiana e Motori24

  • shares
  • Mail
42 commenti Aggiorna
Ordina: