Le donne falliscono più spesso l'esame di guida. Però guidano meglio

Gli uomini hanno più facilità nella parte teorica, ma allo stesso tempo sono più spericolati su strada.

Un uomo guida la sua auto

Quante volte abbiamo letto o sentito che noi uomini siamo più capaci a guidare rispetto alle donne? Molte, vero? Come molte sono anche le persone che credevano fosse vero, oggi costrette a dover in parte rivedere le proprie convinzioni: la società britannica AA ha stabilito che le donne falliscono con maggior frequenza l’esame della patente, ma che si rivelano allo stesso tempo meno inclini a commettere incidenti.

L’indagine è basata sulle statistiche fornite dal Governo e viene elaborata dalla AA, società leader nazionale nel preparare i giovani ai test per conseguire il documento di guida. Le candidate 17enni hanno il 7% di probabilità in meno rispetto ai colleghi di sesso opposto, distanza che aumenta al salire dell’età: le 20enni ottengono la patente il 15% meno di frequente che non i 20enni, le 30enni falliscono l’esame il 25% più spesso e le 35enni sono lontane addirittura 41 punti percentuali dai loro coetanei.

I dati raccolti mostrano come le percentuali rimangano sostanzialmente invariate quando si prendono in considerazione i “ripetenti”. Il The Guardian rivela però che lo scorso anno ben 113.066 uomini sono rimasti coinvolti in incidenti, numero ben superiore rispetto a quello relativo alle donne (69.245). I funzionari della AA hanno commentato il dato sottolineando come gli incidenti provocati dagli uomini siano generalmente più gravi o con maggiori probabilità di coinvolgere altre persone rispetto a quelli causati da donne.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: