Ford Mustang: raduno in pista a Vairano

The European Pony Wars: ecco le immagini del raduno dedicato alla Ford Mustang, svoltosi nel week-end appena trascorso.

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:43:"Ford Mustang: tutte le immagini del raduno ";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:3817:"

Ford Mustang- …Poi l’estate svanisce e passa, e arriva ottobre. Si fiuta l’umidità, si sente una chiarezza insospettabile, un brivido nervoso, una veloce esaltazione, un senso di tristezza e di partenza. Prima che i pensieri di Thomas Wolfe, anche quest’anno, diventino realtà fortunatamente c’è ancora spazio per delle fantastiche giornate soleggiate. Proprio come il week-end appena trascorso, durante il quale è andato in scena un interessante raduno organizzato da Mustang Club of Italy -in collaborazione con Ford e Mustangmania- per celebrare l’iconica vettura americana.

Nella serata di sabato numerosi appassionati, con le loro muscle car, si sono trovati a Milano per partecipare alla prima parte dell’evento. La mattinata seguente, la “carovana” di Mustang si è spostata nella provincia pavese, raggiungendo la pista di Vairano di Vidigulfo. Qui ho potuto ammirare parecchie Mustang, dalle più recenti alle più vintage, e incontrare persone simpatiche accomunate da un unico fattore: l’amore sconfinato per quest’auto e la voglia di divertirsi in compagnia. L’atmosfera che si respirava era davvero bella e genuina.

Nel corso di questa piacevole giornata ho avuto inoltre la possibilità di guidare in pista, per un paio di “passaggi”, le nuove versioni. Credo che per descrivere l’essenza di queste vetture non ci siano parole più adatte di quelle utilizzate dal nostro Claudio Nobis durante il primo contatto su strada:

Potrebbe perfino sembrare una replica, un modello retrò, per quella sua aria datata e moderna al tempo stesso. Americana più che mai, dentro e fuori. Evocatrice di mille diverse sensazioni legate all’età, ai gusti e ai ricordi più o meno remoti di ognuno, riferiti alle grandi strade americane viste dal vero o in tanti film di cui è stata protagonista. Non coupé ma “fastback”, non cabriolet ma “convertible”. Due anime dallo stesso carattere.


Pronti via, inevitabilmente, ho scelto la Fastback V8 5 litri da 421 cavalli (530 Nm). Come anticipato, ahimè, non ho avuto molto tempo a disposizione. In ogni caso, le prime sensazioni sono state più che positive. Sono rimasto particolarmente sorpreso dall’impianto frenante da sportiva di razza (pronto sia nell'attacco che nella modulazione) e dal cambio manuale, dotato di innesti brevi, secchi e precisi. Il motore ha carattere da vendere mentre l’assetto è abbastanza rigido, ma, non a tal punto da spaccare la schiena. Insomma, si guida bene, è sensibile ai comandi e rimane composta anche quando si alza il ritmo. Il tutto con una colonna sonora, in sottofondo, conturbante fin dai bassi regimi.

In realtà la versione EcoBoost 2.3 turbo benzina rappresenta la vera versione europea. Tale unità è il frutto della modernità, dove a fare da padrone il mondo Automotive (specialmente nel Vecchio Continente) sono le leggi dettate dal downsizing e di rispetto dell’ambiente, con emissioni di Co2 sempre più contenute. In ogni caso, il 2.3 litri con i sui 317 cavalli (432 Nm) può sicuramente dire la sua. Proprio per questo, aspetto con interesse la giusta occasione per poterlo “conoscere” in modo approfondito e fare le adeguate presentazioni…

Se volete approfondire nei dettagli la storia della Ford Mustang potete consultare il nostro servizio speciale, suddiviso in cinque puntate.

Nella pagina successiva, la gallery fotografica completa.

";i:2;s:74:"

Ford Mustang: tutte le immagini del raduno


";}}

  • shares
  • Mail