Cina: BMW investirà sul mercato delle auto usate; GM la segue

BMW M135i cinque porte e novità Serie 5

Cina: BMW aprirà presto nuovi centri destinati alla vendita di auto usate in città come Shanghai e Chengdu. Lo ha confermato Gunther Quest, capo della strategia delle auto usate di BMW China Automotive Trading Ltd: “Vediamo in questo business un grande potenziale; quello cinese è un mercato giovane e dobbiamo costruire un rapporto di fiducia con una clientela sempre più grande, ed il mercato delle auto di rappresentanza usate da crescendo rapidamente in Cina" ( Piazza che per BMW rappresenta il mercato più grande, quasi il 31% delle vendite totali).

Nel paese della Grande Muraglia, il mercato dell’usato non è ancora legato anche ai distributori ufficiali dei vari marchi, bensì prevalentemente a rivenditori locali. BMW e GM si stanno quindi muovendo per creare reti di concessionarie in grado di occuparsi della gestione commerciale dei prodotti di seconda mano: nel mercato automobilistico più fecondo del mondo, parliamo di un giro di affari che potrebbe valere circa 10.000.000 di veicoli l’anno già nel 2017, dai 2.5 milioni attuali. Basti pensare che nel 2011 un noto rivenditore ufficiale della città di Shenzhen, ha venduto ben 10.000 vetture facenti parte del programma dell’usato garantito BMW Premium Selection.

L’arrivo di reti ufficiali adibite alla vendita dell’usato dei marchi occidentali più prestigiosi, potrebbe garantire nuovi equilibri commerciali. In parte anche a danno dei costruttori locali: se una BMW, come un' Audi o una Mercedes, rimane troppo esclusiva da nuova, comprarle usate di qualche anno potrebbe portare il loro prezzo vicino a quello delle pari segmento cinesi.

BMW Serie 3 Sports Wagon
BMW Serie 3 Sports Wagon
BMW Serie 3 Sports Wagon
BMW Serie 3 Sports Wagon

A quel punto, con una rete di assistenza solida alle spalle, una garanzia di 12 mesi ed un prezzo allettante, i brand premium potrebbero esercitare tutta la forza del loro “sex-appeal” e stregare i clienti che sognano di passare all’auto “premium” europea o americana. C’è da scommetterci che, se BMW e GM stanno già facendo le loro mosse, anche gli altri competitors non tarderanno in questo senso.

Quello cinese rimane comunque un mercato “particolare”, ancora giovane e per questo non ben definito: ed il fatto che le versioni passo lungo di auto come Audi A4, Serie3 e Serie 5 abbiano tanto successo, quando in Europa non sono nemmeno commercializzate, la dice lunga sulla necessità di preventivare quanto mai accuratamente ogni strategia commerciale, per valida che sia per gli standard europei.

Via | AutomotiveNews

  • shares
  • Mail
25 commenti Aggiorna
Ordina: