Incidenti stradali: nel 2014 in autostrada in calo, ma non quelli mortali

I dati della Polizia Stradale evidenziano meno incidenti e morti, ma non è tutto oro ciò che luccica.

dati-incidenti-autostrade-2014

Incidenti stradali - Un segno negativo nella casella incidenti in autostrada nel 2014, dove i sinistri calano del 4%, con un -2,6% di feriti e -8,9% dei morti. Numeri positivi negli ultimi 12 mesi, ma che non possono far sorridere troppo.

Guardando solo alla rete autostradale, infatti, nel 2014 gli incidenti sono stati 26.509, in calo del 4% rispetto ai 27.629 del 2013. Un numero comunque inferiore rispetto a quello generale sulle strade italiane. Anche i sinistri con feriti sono in diminuzione, passando dagli 8.144 del 2013 ai 7.893 degli ultimi 12 mesi, con un -3,1%. Minore, però, il decremento dei feriti, passati da 13.240 a 12.891, cioè -2,6%.

Le vittime della strada nel 2014 sono state 245, 24 in meno rispetto al 2013, quando morirono in autostrada 269 persone. Un significativo calo dell'8,9%, che però – come sottolinea l'Asaps – va letto attentamente. Nel 2013, infatti, vi fu il grave incidente che coinvolse un autobus sulla A16 ad Avellino, dove persero la vita ben 40 persone. Un evento che influisce pesantemente sui numeri elencati precedentemente.

Guardando, infatti, non al numero di vittime, ma agli incidenti mortali avvenuti sulle autostrade italiane nel 2014, si vede che essi sono stati 207, solo uno in meno ai 12 mesi precedenti. Insomma, gli incidenti con conseguenze letali non hanno visto una reale differenza tra il 2013 e il 2014.

Numeri che, inoltre, vanno pesati in rapporto a come i dati vengono raccolti dalla Polizia Stradale. Come scrive l'Asaps, infatti, i dati raccolti sono “provenienti dai mattinali dei vari reparti e non tengono conto dei decessi successivi all’evento, anche a distanza di giorni e dei feriti che producono un referto in tempi successivi“. Insomma, i numeri reali possono essere maggiori da quelli descritti qui, anche se il trend, rispetto al 2013, appare chiaro.

  • shares
  • Mail