Audi A7: 900 km in guida autonoma

Audi A7 - La quattro porte a guida autonoma è protagonista di un viaggio di ben 566 miglia in America.

Audi A7 - Per mostrare le nuove tecnologie di guida autonoma Audi ha realizzato un'iniziativa molto particolare che ha portato dalla Silicon Valley fino a Las Vegas un esemplare di Audi A7. Per completare il viaggio di 566 miglia, equivalenti a circa 900 chilometri, però non c'è stato bisogno di un guidatore. Gli uomini dei Quattro Anelli hanno infatti messo su strada il prototipo dell'Audi A7 a guida autonoma, facendolo partire dalla California e portandolo, senza bisogno che nessuno lo guidasse, fino a Las Vegas. Una vera e propria pietra miliare nella storia della guida autonoma di Audi, che ha così dimostrato che le tecnologie utilizzate per le self driving cars sono pronte e funzionanti.


L'Audi A7 a guida autonoma utilizza una serie di sensori che controlla la strada vedendo, oltre alle curve ed ai segnali stradali, anche le persone e le altre macchine, individuando così eventuali ostacoli per evitarli. Il prototipo, secondo quanto dichiarato da Audi, è in grado di viaggiare in assoluta autonomia a velocità comprese tra 0 e 113 chilometri orari, lasciando poi il volante al guidatore prima di oltrepassare tale soglia. All'interno di questo range d'azione la quattro porte di Ingolstadt è in grado di rilevare anche l'eventuale presenza di auto più lente nella propria corsia, potendo così mettere la freccia e cambiare corsia in maniera totalmente autonoma. Certo però vi sono dei limiti. In città ad esempio la vettura non si guida da sola e, avvisando il guidatore con alcuni segnali acustici e visivi fa prendere il controllo all'uomo. Nel caso si ignorassero questi avvisi l'auto è in grado di mettere le 4 frecce e di andarsi a posizionare in una zona sicura a lato della strada.

Ovviamente per fare tutto ciò l'auto è disseminata di sensori e computer che calcolano in ogni istante dove si trovano le auto vicine, a che velocità si muovono e se stanno frenando, così da evitare incidenti ed al contempo non rallentare il traffico. Audi ha inoltre comunicato che tutte queste tecnologie sono già pronte per la produzione, sia a livello di integrazione, sia per quanto riguarda i costi.

  • shares
  • Mail