Hyundai aggiorna anche la i40

Hyundai rinnova anche la sua vettura di segmento D ed introduce alcune novità di natura tecnica, come nuovi dispositivi di assistenza alla guida ed il cambio doppia frizione.

Hyundai i40 2015

Anche la Hyundai i40 abbraccia il motivo stilistico introdotto sulla i30. Cambiano pertanto la mascherina anteriore, i fanali, i paraurti ed i fendinebbia, che ora riprendono la soluzione introdotta dalla Genesis. Queste sono le modifiche più appariscenti e vistose, ma l’azienda coreana non si è limitata alla sola estetica per rinfrescare l’aspetto della segmento D, vettura lanciata nel 2011 e da allora venduta in oltre 100.000 esemplari. A livello tecnico debutta un cambio doppia frizione a sette marce, disponibile al momento per il solo 1.7 a gasolio da 141 CV e 340 Nm: le informazioni sono ancora limitate, ma sappiamo che il nuovo DCT può essere comandato anche attraverso la palette al volante e che rappresenta una soluzione adatta per diminuire i consumi.

La gamma motori è composta anche da una seconda configurazione del 1.7, per cui Hyundai dichiara 115 CV e 280 Nm. Questa versione è abbinata al solo cambio manuale a 6 rapporti. Il restyling introduce alcune migliorie in termini di dotazione: il navigatore satellitare diventa più preciso ed intuitivo, gli impianti audio sono ora due e viene lanciato il sistema Speed Limit Identification Function, che riconosce i segnali stradali e mostra nel quadro strumenti il limite di velocità relativo al tratto di strada che si percorre. Lo Smart High Beam gestisce gli abbaglianti e li spegne qualora provenga un’automobile in senso opposto.

Vengono introdotti anche l’Advanced Traction Cornering Control ed il Rear Electronic Damping Control System: il primo simula il funzionamento di un differenziale autobloccante meccanico ed aiuta a massimizzare la trazione in uscita dalle curve più strette, mentre il secondo è riservato alla station e permette di gestire la risposta delle sospensioni (modificando di conseguenza l’assetto). La rinnovata Hyundai i40 si riconosce anche per i nuovi cerchi in lega, da 16, 17 o 18 pollici.

  • shares
  • Mail