Ferrari 458 Speciale A: la prima battuta all'asta per 900 mila dollari

La prima Ferrari 458 Speciale A battuta all'asta per beneficenza a 900 mila dollari.

Ferrari 458 Speciale A

Il primo esemplare della Ferrari 458 Speciale A è stato battuto all'asta, in America, a ben 900 mila dollari, l'equivalente di circa 712 mila euro. Durante la festa per i 60 anni di Ferrari in America svoltasi a Beverly Hills, il Cavallino Rampante ha infatti messo all'asta il primo esemplare della sportiva presentata durante il Salone di Parigi 2014, donando tutti i proventi in beneficenza a Daybreak, la filiale americana di Telethon, per la ricerca sulle malattie genetiche. Una buona causa che ha permesso a Ferrari di vendere ad un prezzo triplo rispetto al valore di mercato la prima Ferrari 458 Speciale A, che presto arriverà su strada nei primi esemplari della serie limitata di 499 unità.

Come da tradizione Ferrari ha voluto lanciare la sportiva due posti Aperta in tiratura limitata donandole le caratteristiche della sorella coupé. La Ferrari 458 Speciale A è meccanicamente identica alla Ferrari 458 Speciale ma presenta, in aggiunta, il sistema di apertura del tetto rigido della Ferrari 458 Spider. Una serie di organi meccanici comandati elettricamente permette l'apertura del tetto in soli 15 secondi con il sistema che innalza il peso della sportiva di 50 chilogrammi ma che dona alla vettura un look ancor più esclusivo.

La Ferrari 458 Speciale A monta un otto cilindri da 4.5 litri in grado di erogare 605 cavalli a 9.000 giri al minuto ed una potenza massima di 540 Nm a 6.000 giri al minuto. Queste caratteristiche, unite alla trazione posteriore e ad un peso di 1.340 chilogrammi ottenuto grazie al largo utilizzo della fibra di carbonio, permettono alla Ferrari 458 Speciale A di scattare da 0 a 100 chilometri orari in tre secondi netti.




  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: