Le 5 infrazioni più commesse a Milano

Volete scoprire quali sono state le infrazioni al codice della strada più commesse a Milano nel 2013 ? Consultate la nostra Top Five …


Almeno una volta nella vita anche l’automobilista più corretto e prudente avrà sicuramente commesso un’infrazione con il proprio veicolo. Nelle città odierne, caratterizzate da ritmi frenetici e traffico caotico, commettere uno “sbaglio” non è poi così difficile. Tale tesi è confermata dalla Top Five odierna che riporta le cinque infrazioni del codice della strada più rilevate dalla Polizia Locale di Milano nel 2013.

Prima di addentrarci nella classifica è doveroso segnalare due nuove normative da poco introdotte, a partire dal D.L. 69/2013 che prevede una riduzione del 30% della sanzione se il pagamento dell’ infrazione avviene nei cinque giorni successivi alla contestazione o notifica. La seconda novità è rappresentata invece dalla data di scadenza delle patenti, che coinciderà con il proprio compleanno.

Per tutte le news relative a Milano, vi invitiamo a seguire il nostro 02blog!

Quinto posto

Le 5 infrazioni più commesse a Milano

5) Articolo 142: Limiti di velocità

Al quinto posto di questa particolare classifica troviamo un’infrazione che può essere commessa molto facilmente… Basta essere un attimo sovrappensiero per non rispettare il limite di velocità ed essere “pizzicati”. Durante lo scorso anno le sanzioni per la violazione dell’articolo 142 (limiti di velocità) sono state ben 13.368. Il picco delle rilevazioni (3.234) è avvenuto nel mese di Dicembre.

Quarto posto

Le 5 infrazioni più commesse a Milano

4) Articolo 126: Durata e conferma della validità della patente di guida

In quarta posizione troviamo, inaspettatamente, l’articolo 126 che va a sanzionare l’automobilista munito di patente scaduta. Non sappiamo dirvi se sia colpa del menefreghismo o della sbadataggine fatto sta che nel capoluogo lombardo i conducenti sanzionati per quest’articolo sono stati moltissimi, ben 23.611. Il picco delle rilevazioni (2.440) è avvenuto nel mese di Agosto.

Terzo posto

Le 5 infrazioni più commesse a Milano

3) Articolo 146: Violazione della segnaletica stradale

Sul gradino più basso del podio sale un’azione che nessun automobilista dovrebbe mai compiere, in quanto molto pericolosa per sé stessi e per gli altri, ovvero l’attraversamento di una strada con semaforo rosso. Le sanzioni per questa violazione ammontano a 39.615, con il titolo di mese “nero” attribuito ad Aprile (4.414).

Secondo posto

Le 5 infrazioni più commesse a Milano

2) Articolo 157 – 158: Arresto, fermata e sosta dei veicoli – Divieto di fermata e di sosta dei veicoli

A Milano, così come a Roma e tutte le altre grandi città italiane, trovare il posto per parcheggiare la propria auto oramai è diventata una vera e propria impresa. La “musica” non cambia neanche quando si cerca uno spazio per sostare pochi minuti. Per questo motivo non stupisce scoprire che al secondo posto delle infrazioni più commesse si trovino gli articoli 157-158, relativi proprio alle soste e alle fermate. In questo caso i dati parlano di un totale di 506.897 infrazioni, di cui 219.028 all’Art. 157 e 287.869 all’Art.158

Specifichiamo che si tratta di soste dove il divieto è stabilito dal codice ma non vi è un cartello che lo indica.

Primo posto

Le 5 infrazioni più commesse a Milano

1) Articolo 7: Regolamentazione della circolazione nei centri abitati

Sul gradino più alto del podio svetta l’articolo sette ovvero la regolamentazione della circolazione nei centri abitati. Considerata la vastità degli argomenti di questo articolo, per non annoiarvi, non entriamo nel tecnico. Quindi, vi riportiamo subito i dati, sicuri che capirete di cosa si tratta agli effetti pratici.

Totale infrazioni all’Articolo sette: 1.738.295

DI CUI

47.819: Circolava nella suddetta località benché agli accessi fossero esposti i segnali indicanti inizio di un’area pedonale

487: Circolava nella zona traffico limitato con veicolo di lunghezza superiore a sette metri (ordinanza n.50385 del 17/10/2001)

207.068: Circolava nella zona a traffico limitato benché agli accessi fossero esposti i segnali indicanti il divieto

418.383: Circolava nella corsia riservata ai mezzi pubblici benché agli accessi fossero esposti i segnali indicanti il divieto

546.652: Accedeva nella ZTL denominata “Area C” senza avere provveduto al pagamento della prevista tariffa

100.591: Accedeva nella ZTL denominata “Area C” con veicolo non autorizzato

9.332: Residente nella ZTL denominata “Area C” che vi accede senza avere provveduto al pagamento della prevista tariffa

66: Residente nella ZTL denominata “Area C” che vi accede con veicolo non autorizzato

2.295: Accedeva nella ZTL denominata “Area C” con veicolo di lunghezza superiore ai sette metri e mezzo sprovvisto di autorizzazione

405.602: Il codice indica i divieti di sosta in due articoli, uno dove non è presente il cartello e uno dove è presente. Il primo è compreso nell’articolo 157/158 mentre il secondo nell’Art. 7. E’ proprio di quest’ultimo a cui si riferisce il dato sopra riportato.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Top 10

Stilare classifiche è un passatempo da cui qualsiasi appassionato non si sottrae. Basta infatti possedere una minima conoscenza dell’argomento per lanciarsi in elenchi più o meno audaci, più o meno verosimili o fondati. Gl [...]

Tutto su Top 10 →