SUV low cost: dr5 contro Dacia Duster

La Dacia Duster è il fenomeno del 2010 nel mondo dell’auto, in quanto ambasciatrice del concetto low cost nell’affollato segmento delle SUV. In Italia, la Duster ha già collezionato quest’anno 4640 immatricolazioni, oltre tremila in più della dr5 di DR, primo esempio di SUV low cost nel nostro Paese, in quanto ha debuttato sul mercato


La Dacia Duster è il fenomeno del 2010 nel mondo dell’auto, in quanto ambasciatrice del concetto low cost nell’affollato segmento delle SUV. In Italia, la Duster ha già collezionato quest’anno 4640 immatricolazioni, oltre tremila in più della dr5 di DR, primo esempio di SUV low cost nel nostro Paese, in quanto ha debuttato sul mercato nel 2007. Le due vetture hanno molto in comune, dato che entrambe arrivano dall’Est: la Duster dalla Romania, la dr5 dalla Cina. Inoltre, le due SUV low cost hanno alle proprie spalle due grandi costruttori: Renault per la Dacia Duster e Chery per la dr5.

La dr5 e la Duster hanno anche ingombri molto simili: infatti, la SUV di origini cinesi è lunga 429 cm, larga 177 cm e alta 170 cm, mentre il passo misura 251 cm; invece, la SUV romena è lunga 432 cm, larga 182 cm e alta 170 cm, mentre il passo misura 267 cm. Tuttavia, la Dacia Duster offre un bagagliaio più ampio della dr5, sia in configurazione standard – 475 litri contro 315 litri – che a pieno carico, la cui capacità ammonta a 1636 litri contro i 1275 litri della concorrente. Inoltre, la Duster vince la sfida del prezzo con il listino che parte da 11.900 euro. In questo caso, DR è dovuta correre ai ripari proponendo la dr5 nella versione entry-level Free a 12.330 euro.

Tuttavia, la Dacia Duster offre solo ABS, 2 airbag e servosterzo inclusi nella dotazione di serie della versione base. Invece, la dr5 prevede anche chiusura centralizzata, retrovisori elettrici, 4 vetri elettrici, posto guida e volante regolabili in altezza. Inoltre, l’allestimento unico superiore al Free prevede anche il climatizzatore. Invece, la Duster è proposta anche negli allestimenti Ambiance con 4 airbag e Lauréate con climatizzatore di serie. D’altra parte, la SUV romena vince la sfida dei pesi, in quanto la massa oscilla tra 1160 kg e 1295 kg, mentre la SUV cinese assemblata in Italia pesa non meno di 1315 kg e al massimo 1555 kg.

La differenza di peso tra le due vetture incide fortemente su consumi ed emissioni, a favore ovviamente della Dacia Duster che consuma 5,3 litri di carburante per 100 km ed emette 139 g/km di CO2 nella versione più economica. La dr5, invece, consuma 5,7 litri di carburante per percorrere 100 km ed emette 163 g/km di CO2 nella versione più economica, garantendo 1000 km di autonomia grazie ai 57 litri di serbatoio, mentre la Duster garantisce al massimo 940 km con il serbatoio da 50 litri.

Sia la Dacia Duster che la dr5 sono disponibili nelle versioni a 4 ruote motrici. La romena è proposta nella versione 4×4 con trazione integrale 4WD di tipo inseribile, mentre la italo-cinese dispone della versione 4WD con trazione Integrale di tipo permanente. Per quanto riguarda la gamma delle motorizzazioni, ai propulsori 1.6 a benzina da 105 CV e 1.5 dCi con FAP da 110 CV della Duster, la dr5 risponde con i motori 1.6 16V EcoPower da 109 CV e 1.9 D da 120 CV di origine Fiat, offrendo in più l’unità 2.0 16V EcoPower da 128 CV ed anche le versioni Bi-Fuel a GPL e Metano, al momento non previste dalla rivale di Pitesti.

Ultime notizie su Curiosità

Abbiamo raccolto le notizie le più strane, i video i più divertenti e le auto più originali: scopri con noi le curiosità del mondo automobile e condividi con noi i tuoi aneddoti insoliti.

Tutto su Curiosità →