Tata Nano: a novembre le immatricolazioni sono calate dell’85%

Nell’intero mese di novembre Tata ha immatricolato appena 509 Nano (su 54.622 veicoli complessivi), registrando così una flessione dell’85% su base annuale. Per voce del suo amministratore delegato Carl-Peter Forster il costruttore indiano imputa la flessione – riferita al mercato indiano – alle difficoltà riscontrare dai potenziali acquirenti nel vedere approvato un finanziamento. La clientela


Nell’intero mese di novembre Tata ha immatricolato appena 509 Nano (su 54.622 veicoli complessivi), registrando così una flessione dell’85% su base annuale. Per voce del suo amministratore delegato Carl-Peter Forster il costruttore indiano imputa la flessione – riferita al mercato indiano – alle difficoltà riscontrare dai potenziali acquirenti nel vedere approvato un finanziamento. La clientela è infatti composta da contadini e persone di minor estrazione sociale, che attualmente utilizzano biciclette o scooter per soddisfare bisogni di mobilità. Per questo motivo le banche sarebbero restie nell’anticipare le 10.000 rupie (circa 1.7000 euro) necessarie per concludere l’acquisto. Tuttavia alcuni analisti tengono a precisare che i problemi di affidabilità – causa di alcuni incendi – potrebbero aver influito nella percezione del veicolo.

Via | Autocar

Ultime notizie su Curiosità

Abbiamo raccolto le notizie le più strane, i video i più divertenti e le auto più originali: scopri con noi le curiosità del mondo automobile e condividi con noi i tuoi aneddoti insoliti.

Tutto su Curiosità →