Accordo Fiat-Opel: incontro fra Marchionne e la Merkel. Rilancio Magna

Angela Merkel

Prima la smentita di Zu Guttenberg, ministro dell’economia. Poi il rilancio austro-canaedese. Ed infine l’incontro fra il cancelliere Angela Merkel e l’amministratore delegato Fiat, Sergio Marchionne. Aspettando la giornata di domani, in cui il Governo tedesco incontrerà (assieme ai governatori dei laender che ospitano gli stabilimenti Opel) i vertici delle cordate Magna e Ripplewood.

I numerosi colpi di scena nell’affaire hanno avvio da una dichiarazione di Guttemberg, captata dal quotidiano Bild: le tre proposte vengono definite «non economicamente sostenibili», tanto da introdurre l’ipotesi di una «liquidazione». Sarà poi compito di un portavoce chiarire l’equivoco: «Il documento citato proviene da una società esterna e non può essere attribuito al ministro».

Secondo quanto riporta il Frankfurter Allgemeinen Zeitung, Magna avrebbe ritoccato la propria offerta riducendo gli esuberi nello stabilimento di Bochum; il precedente piano implicava 2.200 tagli sui 2.500 posti di lavoro totali.
Via | Repubblica (Grazie al nostro lettore “a1” per la segnalazione)

  • shares
  • Mail
70 commenti Aggiorna
Ordina: