Porsche scardina un altro tabù: la catàbasi nel mercato arriverà al segmento C?

porsche golf

Con gli anni, i rospi si fanno sempre più indigesti da ingoiare. E nei pensieri turbati degli appassionati, di fronte a certe notizie, emerge un senso di imbarazzo, che in certi casi sfocia nel rifiuto e nella critica aprioristica verso tutta l'innovazione, e all'estremo opposto, nella convinzione che del mondo dell'auto (e delle leggi che lo regolano) non si era capito un tubo, fino a quel momento.

Bè, smettiamo i panni dei censori arroccati su posizioni "arcaiche" e proviamo a rimanere sulla notizia. Già, la notizia è che Porsche, dopo il Cayenne, il Cayenne diesel, il baby-Cayenne o Roxster che dir si voglia, farà la sua Porsche-Golf. Ed ecco che torna la scissione interiore. L'appassionato dice "no, è una bestemmia", la parte logica, razionale, pragmatica risponde che "il mercato è il giudice supremo".

E siccome finora, le scelte azzardate hanno premiato la gloriosa casa di Zuffenhausen, non ci si deve più scandalizzare di nulla, neanche di una Porsche diesel, neanche di una Porsche-Golf, che per inciso, arriverà nel 2012, secondo le fonti tedesche. Sarà certamente un'auto dal comportamento dinamico squisito, roba da far mangiare la polvere alle attuali hot-hatch, serie 1 in testa. Ma quante certezze che crollano dentro...

Render | AutoZeitung

  • shares
  • Mail
593 commenti Aggiorna
Ordina: