Mercedes e il processo verso l’elettrificazione

Con una diminuzione dei modelli termici del 70% entro il 2030 e le nuove proposte elettriche in arrivo su due piattaforme differenti la via è tracciata

Ormai la via tracciata da Mercedes-Benz è chiara, e vede nell’elettrificazione il nuovo mood del brand. Dal 2021 infatti, Mercedes-AMG, Maybach e G subiranno questo processo tecnologico fondamentale per rispondere alle esigenze attuali del mercato, ma per la Stella a Tre Punte cresce anche l’offerta nel campo delle elettriche pure grazie a 4 proposte completamente nuove tra i veicoli ad impatto zero che saranno realizzate basandosi sulla piattaforma EVA. Più avanti invece, a partire dal 2025, ecco che verrà messa a punto un’architettura pensata espressamente per le auto compatte e medie, che risponderà al nome MMA, una sigla che riprede quelle del circuito più famoso delle arti marziali miste, come se, involontariamente, volesse sottolineare quanto sarà combattuta questa fetta di mercato nel prossimo futuro.

Entro il 2030 ci sarà una diminuzione dei modelli a motore termico del 70%

La notizia è che entro il 2030 il portafoglio elettrificato xEV sarà gradualmente espanso, fino a raggiungere una quota superiore al 50% sul totale dei prodotti e nello stesso periodo il numero di varianti di motori a combustione diminuirà del 70%. Una strategia che vede l’arrivo di veicoli elettrici su piattaforme dedicate e software per auto proprietari. “Attraverso questa nuova strategia sottolineiamo il nostro chiaro impegno per la completa elettrificazione del nostro portafoglio di prodotti e la determinazione a garantire che tutto il nostro ciclo produttivo sia completamente a emissioni zero, in linea con gli obiettivi di ‘Ambition 2039”, ha dichiarato Ola Källenius, Chairman del Board of Management di Daimler AG e Mercedes-Benz AG.

Dal 2021 ci sarà una crescita esponenziale dell’offerta elettrica della Stella

Il prossimo anno il calendario dei debutti è piuttosto ricco, infatti arriveranno la nuova EQA, l’EQS e l’EQS AMG, mentre all’inizio del 2022 sono attese la EQB e la EQE. La EQS sarà la prima vettura realizzata sulla nuova architettura EVA (Electric Vehicle Architecture) e avrà un’autonomia elettrica di oltre 700 km nel ciclo WLTP. A quest’ultima seguiranno l’EQE, l’EQS-SUV e l’EQE-SUV. Dal 2025, come abbiamo scritto nelle righe precedenti, ci saranno altri modelli ad arricchire l’offerta elettrica della Stella a Tre Punte grazie alla seconda nuovissima piattaforma elettrica dedicata, la Mercedes-Benz Modular Architecture (MMA), progettata per auto compatte e di medie dimensioni. Ma non è tutto, perché la ricerca va avanti anche a livello delle batterie grazie alle partnership con i principali player strategici CATL, Farasis e Sila Nano, ed al Geely Holding Group con cui è stato recentemente annunciato l’accordo per lo sviluppo di un sistema di propulsori altamente efficiente, specifico per le applicazioni ibride. Guardando ancora oltre, Mercedes-Benz sta lavorando al programma di sviluppo tecnologico Vision EQXX, che ha come finalità l’obiettivo di costruire un veicolo elettrico dotato di un’efficienza e di un’autonomia sorprendenti.

EQ BOOST, EQ POWER ed EQ, tre famiglie figlie dell’elettrificazione

Attualmente, la gamma della Casa tedesca offre diverse soluzioni tecnologiche per rispondere alle differenti necessità del mercato. L’ISG (Integrated Starter Generator), un piccolo e compatto motore elettrico integrato nella trasmissione automatica a 9 marce, svolge la funzione di generatore, alimentato da una rete elettrica a 48 V che recupera energia in frenata, immagazzinandola all’interno di una batteria dedicata, oggi è presente su 11 gamme e ben quaranta modelli. Infatti, le motorizzazioni EQ BOOST rappresentano il primo passo verso l’elettrificazione di Mercedes-Benz e riguardano unità a 4 cilindri, 6 cilindri e ad 8 cilindri.

La gamma EQ Power è quella delle Mercedes dotate di tecnologia ibrida plug-in e parte dalla A 250e fino ad arrivare ala GLE 350 de 4MATIC che, forte della sua batteria da 31,2 kWh, e di un motore elettrico da 100 kW, promette di viaggiare per oltre 100 km in elettrico con un consumo ponderato di 1,3-1,1 litri/100 km ed emissioni di CO2 contenute in appena 34-29 g/km.

La capostipite della famiglia EQ di Mercedes-Benz, quindi la prima proposta elettrica, esclusa la smart, è la EQC e monta un sistema di trazione completamente nuovo, con una catena cinematica elettrica compatta per ciascun asse. La sua potenza totale è di 300 kW, mentre la coppia massima complessiva dei due motori elettrici è di 765 Nm, per un’autonomia dichiarata che può arrivare fino 400 km. Con la EQV l’offerta elettrica della Stella a Tre Punte si amplia anche nel segmento delle monovolume. Il mezzo in questione promette un consumo di corrente nel ciclo combinato di 26,4-26,3 kWh/100 km, ed un’autonomia fino a 418 chilometri.

I Video di Autoblog