Formula 1: Vettel si dichiara pronto a passare in Mercedes

Nel corso di un’intervista Vettel si è dichiarato pronto a passare in Mercedes a fianco o al posto di Hamilton e la firma con Aston Martin potrebbe essere il primo passo di questo percorso

Nel 2020 si è consumato un divorzio importante in Formula 1, quello tra Sebastian Vettel e la Ferrari, ma il tedesco firmando con l’Aston Martin è entrato anche nell’orbita Mercedes che fornirà i motori al team capitanato da Lawrence Stroll. Questo vuol dire che il 4 volte campione del mondo potrebbe anche approdare nel box delle frecce d’argento qualora si liberasse un sedile.

Vettel pronto ad abbracciare il progetto Mercedes

Il pilota che voleva ereditare il ruolo di Schumi nel team del Cavallino Rampante, ma che non è riuscito nel suo intento è pronto a voltare pagina. D’altronde, quello che è successo con Rosberg è di buon auspicio per Vettel, che vorrebbe riproporre in Formula 1 il binomio auto tedesca guidata da un pilota tedesco. Per questo ha esternato il suo stato d’animo al Corriere dello Sport durante un’intervista: “se avessi la possibilità di guidare una Mercedes non direi di no. La macchina è grande, il team è forte”. Fino a qui niente di strano, perché sfido a trovare un pilota che non vorrebbe salire sulla monoposto più competitiva in griglia, in fin dei conti per un professionista del volante l’importante è vincere, con buona pace di de Coubertin. Ma le cose si fanno più interessanti quando il 4 volte campione del mondo approfondisce la questione e si dimostra pronto, sulla carta, a sostituire l’attuale detentore del titolo mondiale, ma anche a condividere il box con lui. “Sarebbe interessante essere in un team insieme a lui, c’è tantissimo rispetto tra noi”. Parole che lasciano più di qualche dubbio, perché Hamilton è gentile e premuroso fino a che Vettel non rappresenta un pericolo, ma saprebbe essere spietato in caso potesse arrivare contendergli la leadership in pista. Inoltre, Vettel ha sempre dimostrato di subire e non poco i piloti di personalità ed i trascorsi in cui è stato sconfitto da Ricciardo e Leclerc sono lì a dimostrarlo.

L’Aston Martin come trampolino di lancio verso la Mercedes

Il prossimo anno potrebbe essere un banco di prova per Vettel, perché sull’Aston Martin da Formula 1 ci sarà molto di Mercedes, magari non le stesse componenti di cui gode attualmente la Racing Point del 2020, a detta di molti un clone della Mercedes 2019, ma comunque la monoposto inglese godrà di un travaso tecnologico non indifferente da parte della Stella a Tre Punte. Per questo Vettel, se si rivelerà competitivo come un tempo, magari con nuovi stimoli e con un compagno di squadra meno ingombrante di Leclerc, potrebbe ambire a prendere il posto di Hamilton che, se tutto andrà secondo i suoi piani, potrebbe lasciare la massima formula nel 2022 con 8 mondiali in bacheca, o magari passare in Ferrari.

I Video di Autoblog