Mini John Cooper Works by Manhart

Upgrade meccanico, doti dinamiche migliorate e un’estetica imponente per la piccola utilitaria sportiva anglo-tedesca


La Mini John Cooper Works è una delle utilitarie sportive più attraenti sul mercato. A renderla ancora più affascinante e aggressiva ci ha pensato il preparatore tedesco Manhart.


Rinominata GP3 F350, si presenta come un’autentica auto da competizione, omologata però per l’uso stradale. Rispetto alla versione originale vanta un importante upgrade meccanico, doti dinamiche migliorate e un’estetica imponente.


Il modello di base è una Mini JCW GP che sfoggia una riconoscibile decorazione in grigio scuro accompagnato da una serie di rifiniture dorate a contrasto. I passaruota sono stati allargati, l’alettone posteriore ingrandito e i cerchi in lega misurano 19 pollici. All’interno dell’abitacolo spicca la roll-bar di sicurezza e l’orologio digitale Cravenspeed.



Dal punto di vista del telaio Il tuner teutonico ha montato molle sportive per le sospensioni che ribassano l’assetto di 20 mm al posteriore e di 15 mm all’anteriore. Volendo, all’asse anteriore, si potranno richiedere anche gli ammortizzatori regolabili.


Sotto il cofano il quattro cilindri da due litri, originariamente da 306 CV e 450 Nm di coppia, è gestito ora da una centralina ottimizzata, monta un intercooler Airtec ed è abbinato a un impianto di scarico tutto nuovo. Il risultato è un incremento della potenza fino a 350 CV e 530 Nm di coppia.

  • shares
  • Mail