Dal 2020 Android Auto arriva anche sulle BMW

Il protocollo di compatibilità con il sistema operativo di Google sbarca finalmente anche sulle auto bavaresi


Le BMW che usciranno di concessionaria a partire da metà del 2020 potranno contare su Android Auto, il protocollo che permette di collegare i telefoni con questo sistema operativo all’infotainment dell’auto. La Casa bavarese ha confermato, con un comunicato stampa ufficiale, l’arrivo del secondo più famoso supporto per dispositivi mobile, che andrà affiancarsi al già disponibile Apple Car Play. Con Android Auto i clienti delle BMW con smartphone gestiti dal sistema operativo di Google potranno finalmente collegare, senza fili,  il telefono all’auto e accedere facilmente alle applicazioni, alle immagini e alla musica.


Anche sul quadro strumenti e sull'head-up display. Una delle novità principali che arriverà con l’integrazione di Android Auto nei modelli della Casa di Monaco riguarderà anche il fatto che le informazioni non si potranno consultare solamente sullo schermo del sistema multimediale dell’auto, ma anche attraverso il quadro strumenti digitale e l’Head-Up Display.


Debutta al CES. La prima dimostrazione dal vivo di Android Auto su una BMW avverrà al CES di Las Vegas che si terrà tra il 7 e il 10 gennaio prossimi. Inizialmente Android Auto sarà disponibile sulle auto tedesche di 20 paesi e funzionerà con il sistema operativo BMW 7.0.

  • shares
  • Mail