Audi accelera la transizione verso la mobilità elettrica

Sullo sfondo della progressiva elettrificazione della gamma, Audi ha stanziato 37 miliardi di euro, 12 dei quali destinati esclusivamente alla mobilità elettrica. Il CFO Alexander Seitz: "La nostra offensiva elettrica acquisisce ulteriore velocità".

Audi preme sul pedale dell'acceleratore della mobilità elettrica. Per la fase di transizione, la casa di Ingolstadt ha deciso di investire 37 miliardi di euro nel quinquennio 2020-2024, che serviranno a sostenere gli sforzi aziendali in ricerca e sviluppo, immobili, stabilimenti e attrezzature.

Entro il 2025, il gruppo automobilistico tedesco avrà in listino oltre 30 modelli ad elevata elettrificazione, 20 dei quali totalmente elettrici. Per dare una dimensione in termini di volumi commerciali, basta dire che in quell'anno le vetture ibride o a zero emissioni rappresenteranno il 40% delle vendite totali del marchio.

Con l'obiettivo di rendere più rapido il passaggio all'e-mobility, Audi farà appello alle sinergie con la galassia di cui fa parte. In particolare, la collaborazione con Porsche farà sbocciare il pianale Premium Plattform Electric (PPE) destinato alle vetture di segmento medio, full size e luxury, mentre la piattaforma modulare elettrica MEB del Gruppo Volkswagen verrà dedicata ai veicoli più compatti e accessibili, ma comunque all'avanguardia.

Nel quadro dei corposi investimenti in programma da qui al 2024, ben 12 miliardi di euro saranno destinati esclusivamente alla mobilità elettrica. Ecco le parole di Alexander Seitz, Membro del Board per Finanza, Cina e Area Legal di Audi AG: "La nostra offensiva elettrica procede a passi sempre più spediti. E il piano d'investimenti per il futuro tiene conto di questa accelerazione".

  • shares
  • Mail