Nuova Skoda Octavia 2020: la quarta generazione

Svelata a Praga la nuova berlina compatta ceca. Nuovo look, più spazio e tecnologia a bordo e ora anche con la motorizzazione ibrida plug-in


Con un evento dedicato, svoltosi ieri sera a Praga, Skoda ha svelato la nuova generazione, la quarta, della sua berlina compatta Octavia. In occasione del suo 60esimo anniversario (la prima generazione risale a gennaio del 1959) la Skoda più venduta di sempre si rinnova con un nuovo look, più spazio a bordo, più tecnologia e una nuova motorizzazione ibrida plug-in.


Più spaziosa. In quanto a dimensioni, la versione berlina della nuova Skoda Octavia si allunga di 19 mm, ora misura 4,69 metri di lunghezza, e aumenta la capacità di carico del portabagagli di 10 litri, fino a 600 litri totali. La versione con carrozzeria familiare, la Combi, cresce di 22 mm in lunghezza e aggiunge 30 litri al bagagliaio (640 litri). Entrambe le varianti saranno invece 15 mm più larghe. Rimane invece invariato il passo, visto che continua a basarsi sulla piattaforma MQB di Volkswagen.



Nuovo look. Esteticamente la nuova Skoda Octavia evolve le sue linee ispirandosi alla nuova Superb. Il frontale sfoggia affilati fari che posso montare, come optional, la tecnologia Matrix LED e una nuova griglia del radiatore più grande e con una cornice cromata, di influenza Kamiq e Scala. Al posteriore invece i gruppi ottici si dividono andando a mordere gran parte del portellone. Nel caso della Skoda Octavia Combi è stato aggiunto anche uno spoiler alla fine del tetto.


Interni rinnovati. Dentro entrambe le varianti di carrozzeria della nuova Skoda Octavia sfoggiano un nuovo disegno della plancia, molto più moderno grazie a un quadro strumenti digitale configurabile e a un nuovo schermo sulla console centrale di dimensioni maggiori, (da 8,25 a 10 pollici). Le versioni automatiche ereditano dalla nuova Golf anche il nuovo piccolo selettore del cambio. Nuovo, infine, è il volante multifunzione a due razze.  E come chicca, il pannello del tetto è sensibile l tatto e basta sfiorarlo per attivare le strisce luminose a LED colorate che creano u ambientazione calda e accogliente.


Arriva l'ibrida plug-in. Dal punto di vista meccanico, la nuova Skoda Octavia, basata sulla piattaforma MQB di Volkswagen, verrà proposta con motorizzazioni diesel, benzina, a gas naturale compresso e, per la prima volta, un’alternativa ibrida plug-in. Le opzioni a benzina disponibili sono tre: il 1.0 TSI da 110 CV, il 1.5 TSI da 150 CV e il 2.0 TSI da 190 CV. I primi due possono essere abbinati al cambio manuale a 6 marce o a un DSG a 7 rapporti, mentre le due varianti più potenti potranno avere anche la trazione integrale. La Octavia G-TEC, spinta dal 1.5 TSI da 130 CV, dispone di un deposito di gas da 17,7 kg che le garantisce un’autonomia di 523 km con questo combustibile. La variante ibrida plug-in iV combina invece le performance di un motore a benzina 1.4 TSI e di un’unità elettrica, offrendo un totale di 204 CV. Questa versione può percorrere fino a 55 km in modalità EV.


Telaio e sicurezza. Il controllo dinamico del telaio (optional) offre diverse modalità di guida e permette di modificare diversi parametri come le sospensioni e lo sterzo. In questo modo il guidatore può scegliere il comportamento dell’auto adattandolo del sue preferenze e alle condizioni di guida. E per finire, la nuova Skoda Octavia migliora anche dal punto di vista della sicurezza, con nuovi sistemi di assistenza alla guida, tra cui il Travel Assist con Cruise control predittivo, riconoscimento della segnaletica stradale, allerta di cambio involontario della corsia e la frenata d’emergenza.

  • shares
  • Mail