Renault Captur 2020: ecco la nuova generazione

Renault Captur è un B-SUV di grande successo commerciale, adesso arriva la sua seconda generazione più moderna e intrigante.

Renault Captur è senza dubbio uno dei B-SUV più amati in Italia, ma non solo, tanto che dal suo lancio commerciale ne sono stati venduti 1,5 milioni di esemplari, nei 90 mercati in cui è presente. Nel Belpaese è il crossover straniero più venduto con ben 162.000 unità immatricolate, un successo enorme che testimonia la bontà del modello. Ma adesso è giunto il tempo per presentare la seconda generazione di Captur, che si evolve pur mantenendo le caratteristiche forti della precedente versione.

Design più muscoloso


A ben vedere la Renault Captur cerca di avere una personalità ancora più marcata, così il suo design diventa più atletico, grazie ad una linea di cintura rialzata e al tetto spiovente. Immancabile la caratteristiche firma a C del gruppo ottico anteriore, che guadagna una speciale luce a LED, mentre i fianchi diventano maggiormente scolpiti e arrivano anche dei nuovi cerchi in lega da 18''. Nel frattempo le misure crescono, la Captur raggiunge la lunghezza di 4,23 metri, mentre il passo arriva a 2,64 metri, a beneficio dell'abitabilità interna, specialmente quella posteriore (che guadagna ben 44 mm). Sul retrotreno arrivano un nuovo paraurti e una nuova serie di gruppi ottici.

Anche nell'abitacolo si respira un ambiente più moderno e raffinato, infatti arrivano dei nuovi display digitali ai vertici della categoria e orientati verso il conducente, la nuova “Flying Consolle” rialzata per migliorare l'ergonomia del posto di guida e le nuove sedute che offrono un supporto migliore grazie alla seduta allungata di 15 millimetri e alla forma più avvolgente. Segue il principio dello smart cockpit il display multimediale da 9,3” (due volte più grande della versione da 7”) è dotato della superficie più grande della categoria. Questo tablet verticale conferisce grande modernità all’abitacolo e la sua leggera curvatura migliora la leggibilità dello schermo. Propone tramite il nuovissimo sistema connesso Renault EASY LINK tutte le prestazioni multimediali, di navigazione e infotainment, comprese le modalità del sistema MULTI-SENSE.

Gamma Motori molto ricca


Il motore di ingresso è rappresentato dal benzina 1.0 litri turbo 3 cilindri da 100 CV e 160 Nm di coppia abbinato al cambio manuale a 5 marce. Salendo di categoria troviamo il 1.3 litri benzina da 130 CV e 240 Nm disponibile con cambio manuale a 6 marce o automatico a doppia frizione EDC a 7 rapporti. Lo stesso motore 1.3 litri può essere equipaggiato con una potenza di 155 CV e 270 Nm che può essere abbinato al solo cambio automatico EDC. Tra le motorizzazioni diesel quella di ingresso è rappresentata dal 1.5 litri da 95 CV e 240 Nm abbinato al solo con il cambio manuale a 6 marce, mentre salendo di categoria troviamo lo stesso 1.5 declinato però con una potenza di 115 CV e 260 Nm disponibile sia con cambio manuale a 6 marce sia con cambio automatico a 7 rapporti.

La grande novità il motore ibrido ricaricabile denominato E-TECH Plug-in sviluppato dall’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi. Il motore 4 cilindri 1.6 litri benzina aspirato da 130 CV, viene accoppiato a due motori elettrici e dotato di una trasmissione multimode, batteria da 9,8 kWh e di un caricatore compatibile per le prese domestiche e uno per le stazioni di ricarica. In modalità elettrica si può viaggiare per 45 km fino a 135 km/h. I consumi sono grandemente ridotti grazie all'avviamento elettrico e alla capacità di recuperare e rilasciare energia per ricaricare velocemente la batteria.

Allestimenti e prezzi


La Renault Captur è disponibile in cinque allestimenti differenti: Life, Zen, Business, Intense e Initiale Paris. L'entry level della gamma è proprio Life, disponibile con le motorizzazioni TCe 100, TCe 100 GPL e Blue DCI 95. Parte da un prezzo di 17.700 euro. Salendo abbiamo Zen disponibile rispetto al Life anche coi motori TCE EDC 130 FAP, BLUE DCI 115 e BLUE DCI 115 EDC. Il prezzo di partenza è di 19.850 euro. Business è disponibile nelle stesse motorizzazioni dello Zen, ma con un prezzo di partenza di 21.100 euro. Intens è quasi al vertice della gamma ed è declinabile con tutte le varianti di motore, con un prezzo di partenza di 21.700 euro. Il vertice della gamma è composto dalla Initiale Paris che è declinabile nelle tre motorizzazioni TCE 130 EDC FAP, TCE 155 EDC FAP e BLUE DCI 115 EDC, con un prezzo di partenza di 28.900 euro.

  • shares
  • Mail