Maserati

Maserati viene fondata nel 1914 e la sua nascita può quasi essere definita casuale, data la pressoché totale mancanza di legami fra la famiglia Maserati ed il mondo dell’automobile. La paternità del Tridente spetta ad Alfieri – terzo di sei fratelli –, che inizia col riparare biciclette e giovanissimo viene assunto da Isotta Fraschini. Il giovane rampollo fonda un proprio garage e fornisce assistenza ai proprietari delle Isotta, fino a quando non inizia ad elaborare automobili. Nel 1914, inevitabilmente, Alfieri dà origine a Maserati. La prima vettura nasce nel 1925 ed è chiamata tipo 26. Si rivela leggera ed efficiente, sfida le migliori Alfa Romeo e Bugatti dei tempi e viene costantemente evoluta, fino a quando non monta un possente 3 litri dalle preazioni eccezionali.

Alfieri tuttavia scompare nel 1932. La situazione non è agevole, ma i fratelli Ettore ed Ernesto riescono ad attribuire all’azienda una precisa connotazione sportiva. I costi sono comunque troppo elevati e Maserati viene quindi ceduta nel 1937 alla famiglia Orsi, sotto il cui controllo verrà conquistata la prima 500 Miglia di Indianapolis. Nel dopoguerra Maserati attraversa una fase estremamente positiva e lancia automobili di assoluto livello, come le A6 1500 e A6 GCS. A fine anni ’50 debutta la 3500 GT, mentre pochi anni vengono lanciate le Sebring e Mistral. E’ il periodo della prima Quattroporte, berlina d’alta fascia, nella quale vengono combinati lusso, sportività ed elevate prestazioni. Nel 1967 tocca alla Ghibli, mentre circa 12 mesi più tardi la proprietà del marchio viene assunta da Citroen.

Il matrimonio non si rivela fortunato. Nel 1973 l’azienda francese annuncia la propria intenzione di porre Maserati in liquidazione, spettro da cui riuscirà comunque a fuggire. Il Tridente viene rilevato da Benelli e De Tomaso ne diventa l’amministratore delegato. Maserati introduce così la Biturbo. Nel 1993 entra in gioco FIAT e se ne aggiudica il controllo, iniziando un lungo e difficile programma di rilancio entrato a regime solo negli ultimi anni. La gamma è oggi composta dalle Ghibli, Quattroporte, GranTurismo e GranCabrio. Tutti gli aggiornamenti sul marchio del Tridente.

Maserati GranTurismo Zéda: fine ciclo per la nota auto sportiva

La Maserati GranTurismo Zéda segna la fine della vita produttiva della GranTurismo, ormai giunta al termine con... Continua...

Maserati Merak: auto storica del tridente firmata Giugiaro

La Maserati Merak è una coupé sbocciata in 1820 esemplari nell'arco della sua vita commerciale, proseguita fino al... Continua...

Maserati: a Dubai la concessionaria più grande al mondo

La concessionaria Maserati più grande al mondo è stata aperta ufficialmente a Dubai, si chiama Al Tayer Motors e... Continua...

Maserati, la prima elettrica sarà la Ghibli

Maserati, la prima elettrica sarà la Ghibli. Il marchio del Tridente annuncia i piani per lo sviluppo, la produzione e... Continua...

Maserati Ghibli: prodotti 100.000 esemplari

La sportiva berlina Maserati Ghibli, assemblata nell'impianto di Grugliasco (TO), è stata prodotta in 100.000... Continua...

Le 5 auto storiche più esclusive, per una collezione al top

Quando si parla di auto d'epoca da sogno il ventaglio è molto ricco, fare una selezione dei modelli più esclusivi è... Continua...

Maserati 5000 GT Coupé del 1964 all'asta a Monterey

Una Maserati 5000 GT Coupé del 1964, carrozzata da Michelotti, sarà battuta all'asta da RM Sotheby's a Monterey nella... Continua...

Maserati Levante: ecco le nuove versioni V8 biturbo

Novità con la motorizzazione V8 biturbo per la Maserati Levante, disponibile nelle nuove versioni GTS, Trofeo e Trofeo... Continua...

Maserati: nuove nomine nel management

Nomine fra i manager di Maserati: Davide Grasso è il nuovo direttore operativo della marca. Continua...

Maserati Indy: il 50°anniversario della prima consegna

Oggi primo luglio decorre il 50esimo anniversario della prima consegna della Maserati Indy. Continua...