Volvo: svelati gli obiettivi al 2025

Ampliare la gamma, aumentare le vendite e, di conseguenza, i profitti: sono i target principali del costruttore svedese per i prossimi 7 anni.

Rear Volvo Word mark Volvo S90 Mussel Blue

Dopo FCA, anche Volvo scopre i piani per il futuro, annunciando gli obiettivi finanziari e operativi da qui al 2025. Il costruttore svedese punta a diventare una delle aziende automobilistiche più importanti del settore. Pertanto, per i prossimi 7 anni il brand mira a un notevole incremento delle vendite globali, per un computo complessivo di ben 5 milioni di unità. Un progetto ambizioso se si considera che nel 2017 il marchio, con sede a Goteborg, ha distribuito 571.577 veicoli.

Volvo ritiene che entro la metà della prossima decade, il 30% delle proprie vendite sarà costituito da veicoli a guida autonoma e il 50% da auto completamente elettriche. Inoltre, la marca crede che un cliente su due non acquisterà l’auto direttamente, ma preferirà optare per un servizio di noleggio.

Hakan Samuelsson, amministratore delegato della compagnia, ha dichiarato: “Queste iniziative contribuiranno a trasformare Volvo da società puramente automobilistica a fornitore diretto di servizi ai consumatori”. Un ulteriore obiettivo, invece, sarà quello di aumentare i profitti, portandoli in linea con quelli degli altri marchi premium.

Proprio per questo motivo, verrà ampliata la gamma e si cercherà di limare i costi di ricerca e sviluppo: infatti, nel prossimo futuro Volvo, Polestar e Lynk&Co (30% di proprietà Volvo) si divideranno le spese di progettazione dei nuovi modelli.

 

  • shares
  • +1
  • Mail