Viritech Apricale: l’hypercar britannica a idrogeno da 1000 CV

In produzione dal 2023, ma ne saranno prodotti solo 25 esemplari.

La startup tecnologica britannica Viritech ha rivelato i piani per il lancio di una nuova hypercar alimentata a idrogeno, prodotta in edizione limitata e chiamata Viritech.

Sarà la rivale a celle a combustibile di idrogeno della Lotus Evija e della futura Tesla Roadster, con l’ambizione di essere considerevolmente più esclusiva delle sue rivali. La produzione sarà limitata a sole 25 vetture.

Viritech ha stabilito la sua sede nel Regno Unito e gestirà lo sviluppo e i test sulla piattaforma e sul gruppo propulsore dell’Apricale presso il MIRA Technology Park di Nuneaton, per i prossimi due anni. I primi prototipi dell’Apricale appariranno nel 2022.

Le specifiche di questa nuova hypercar a idrogeno devono ancora essere confermate, ma l’azienda ha annunciato che l’auto “sfiderà le hypercar a batteria più veloci del mondo”. Quindi sicuramente vanterà una cifra di potenza superiore a 1.000 CV e una velocità massima superiore a 200 miglia orarie.

In produzione nel 2023

La produzione dovrebbe iniziare nel 2023, con l’azienda che punta a un volume di vendite annuo compreso tra otto e 12 veicoli. Potrebbero sembrare numeri un po’ bassi, ma il marchio ha concentrato le sue ambizioni su molto di più della semplice vendita di hypercar.

Viritech utilizzerà infatti l’Apricale come vetrina tecnologica, con l’obiettivo finale di diventare “il principale fornitore mondiale di soluzioni per propulsori a idrogeno”. In concreto l’azienda prevede di vendere i suoi serbatoi di stoccaggio, unità di controllo e propulsori in tutti i settori dell’industria dei trasporti, nelle applicazioni automobilistiche, marine e persino aerospaziali.

Di fatto Viritech ha sviluppato un nuovo tipo di serbatoio di stoccaggio dell’idrogeno realizzato in grafene, che funge da elemento del telaio dell’auto, contribuendo a ridurre il peso del veicolo e migliorarne le prestazioni.

Viritech sta inoltre sviluppando un nuovo sistema di controllo del veicolo modulare da utilizzare non solo sull’hypercar Apricale, ma anche su altri veicoli alimentati a idrogeno, comprese barche, aerei, oltre a centrali elettriche e sistemi di accumulo di energia off-grid.

Previsti anche un HGV e una SUV

L’Apricale non è l’unico progetto automobilistico che Viritech ha pianificato. Ha avviato infatti anche lo sviluppo di un nuovo camion (Jovian) alimentato a idrogeno e di un SUV familiare (Tellaro),  entrambi caratterizzati dagli stessi serbatoi strutturali di stoccaggio dell’idrogeno e sistema di controllo.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Ibride/elettriche

Tutto su Ibride/elettriche →