Viabilità: nuova campagna ASAPS sull’utilizzo della corsia di destra

L’ASAPS è impegnata in una nuova campagna per occupare la prima corsia in autostrada.

L’autostrada ha una viabilità che a volte è incomprensibile, chi la percorre spesso lo sa, e se ne accorge soprattutto nelle giornate che precedono o seguono i periodi festivi. In questi frangenti infatti, si moltiplicano i guidatori poco avvezzi alla guida in autostrada, con comportamenti sempre più discutibili. Per questo l’ASAPS, acronimo di Associazione Sostenitori Amici Polizia Stradale, ha lanciato una campagna per la riconquista e l’occupazione della corsia di destra.

Viabilità anche il codice della strada parla chiaro

Parlando di viabilità in autostrada, il codice della strada, nello specifico l’articolo 143 comma 5, spiega perfettamente quale sia il comportamento giusto da seguire. “Salvo diversa segnalazione, quando una carreggiata è a due o più corsie per senso di marcia, si deve percorrere la corsia più libera destra; la corsia o le corsie di sinistra sono riservate al sorpasso”.

Ecco appunto, allora perché si vedono spesso persone intente a percorrere la seconda, o peggio, la terza corsia, a velocità ridotte creando pericolosi rallentamenti? In tutto questo, bisogna segnalare anche la cattiva abitudine di altri automobilisti che percorrono la prima corsia a velocità sostenuta come se fosse la terza. Per non parlare della distanza di sicurezza che, con il traffico, diventa aleatoria. Poi ci sono i fenomeni dello slalom, gli Alberto Tomba dell’autostrada, che passano di corsia in corsia per guadagnare spesso pochi metri che potrebbero costare carissimi a loro ed agli altri automobilisti. Si potrebbe viaggiare molto meglio spostandosi più a destra e liberando la corsia di sorpasso.

Viabilità: pericoloso intervenire in autostrada per le forze dell’ordine

Chiaramente, in queste situazioni di viabilità convulsa, è particolarmente difficile per le forze dell’ordine riuscire ad intervenire. Fermare un’auto in corsa e multare il guidatore di turno per un comportamento scorretto. Di conseguenza, la cosa più logica è sensibilizzare in merito all’argomento, affinché possa migliorare la situazione in vista dell’esodo estivo.

Attenzione anche alle distrazioni al volante

Un altro suggerimento che ci sentiamo di dare, è di collegare il telefono all’infotainment dell’auto, e assolutamente, di evitare di inviare messaggi di testo mentre si guida. Anche questa è una pratica vietatissima, ma ancora piuttosto in voga.

L’auto va dove è indirizzato lo sguardo, lo ripetono spesso nei corsi di guida, ma a molti automobilisti sembra non interessare, almeno fino al momento dello schianto. Magari, approfittando dei compagni di viaggio, si potrebbe delegare a loro il compito di chiamare amici e partenti e di inviare messaggi, visto che hanno le mani libere.

E’ importante sensibilizzare sul tema

In ogni caso, occupare la corsia di destra non vuol dire essere degli automobilisti di serie B, così come lampeggiare di continuo sulla corsia di sorpasso non fa scomparire magicamente le altre auto. Ben vengano quindi, iniziative come quella dell’ASAPS, sperando che possano contribuire a svegliare delle coscienze piuttosto addormentate.

Ultime notizie su Notizie

Tutto su Notizie →