Scoppio di uno pneumatico alla guida: cosa fare

Mentre si è alla guida, l’esplosione di una gomma dell’auto può essere molto pericolosa: ecco come agire in sicurezza e come prevenirla.

Come comportarsi se uno pneumatico scoppia all’improvviso mentre si è in marcia? Quali manovre bisogna adottare? E come prevenire lo scoppio di una gomma? L’esplosione di uno pneumatico è uno degli inconvenienti più pericolosi che possono accadere mentre ci si trova alla guida di un veicolo. Lo scompenso di assetto è pressoché istantaneo, a prescindere se avviene su una delle ruote anteriori oppure su una posteriore. In effetti, quando questo avviene, farsi prendere dalla paura è automatico.

In questa guida vediamo come fare quando una gomma dell’auto scoppia, quali cause portano all’esplosione di uno pneumatico e cosa non bisogna fare.

Perché una gomma esplode

L’esplosione di uno pneumatico può essere causata da molteplici fattori, dalla scarsa manutenzione a difetti di fabbricazione (eventualità più rara, e che peraltro è facile riscontrare dopo poco tempo dall’avvenuto montaggio della gomma), eccessiva usura, sovraccarico.

Di seguito elenchiamo le principali cause di esplosione di uno pneumatico.

  • Pressione di gonfiaggio delle gomme troppo bassa;
  • Pressione di gonfiaggio eccessiva, tale da accelerare il deterioramento della carcassa;
  • Urto dello pneumatico contro un ostacolo duro o aguzzo, come ad esempio un pezzo di vetro, una pietra, un mattone, un pezzo di metallo;
  • Veicolo sovraccarico, con conseguente surriscaldamento dello pneumatico (stesso inconveniente che può manifestarsi in caso di pressione di gonfiaggio insufficiente);
  • Pneumatico molto vecchio, o eccessivamente usurato;
  • Difetto di fabbricazione (di solito, questo inconveniente non tarda a manifestarsi, quindi è facile accorgersene).

Come avviene l’esplosione di uno pneumatico

Le conseguenze dello scoppio di una gomma dell’auto possono essere differenti a seconda della posizione dello pneumatico.

  • Scoppio di uno degli pneumatici anteriori. In questo caso, l’auto inizia a sbandare in maniera vistosa nel lato di dov’è avvenuto lo scoppio della gomma;
  • Scoppio di uno degli pneumatici posteriori. Il retrotreno è portato a sbandare nella direzione opposta alla gomma esplosa.

Cosa fare se uno pneumatico esplode

  • Mantenere la calma. Non è scontato che lo scoppio di uno pneumatico dell’auto determini per forza un incidente, in special modo se l’andatura è moderata. Per questo, è fondamentale non farsi prendere dal panico;
  • Tenere il volante ben saldo e manovrare con dolcezza. In qualsiasi situazione di guida, è essenziale mantenere entrambe le mani sul volante. Detto questo, una presa salda (non “forte”, per evitare l’inutile affaticamento di mani e braccia) permette di agire con prontezza e gradualità in caso di scoppio di una gomma;
  • Decelerare in modo graduale, e sterzare nel lato opposto a dove si sono avvertiti lo scoppio e l’improvvisa perdita di aderenza;
  • Guardare immediatamente gli specchi retrovisori, per valutare all’istante dove fermarsi senza rischiare di ostacolare gli altri veicoli.

Cosa non fare se una gomma esplode

  • Evitare di sterzare bruscamente;
  • Non frenare di colpo, soprattutto se è esploso uno degli pneumatici posteriori, ma accompagnare la vettura in decelerazione, per non rischiare di far slittare la vettura ancora di più.

Come prevenire l’esplosione di uno pneumatico

Se le gomme vengono sottoposte a scrupolosa attenzione da parte del conducente, il rischio di uno scoppio che sia provocato da cause strutturali o di manutenzione è pressoché inesistente. Per questo, è importante tenere presenti alcune regole, utili ad evitare l’esplosione di una gomma:

  • Effettuare ad intervalli regolari (almeno una volta ogni 15 giorni) il controllo della pressione di gonfiaggio;
  • Adeguare la pressione delle gomme in base al carico: fare riferimento ai valori riportati nel libretto di uso e manutenzione, oppure nella targhetta collocata in corrispondenza della porta lato guida o dietro lo sportellino del bocchettone di rifornimento carburante. La pressione di gonfiaggio non deve mai essere né troppo bassa (per evitare il surriscaldamento degli pneumatici) né eccessiva (per non rischiare il rapido deterioramento della struttura degli pneumatici);
  • Se la vettura ha urtato un marciapiede o un ostacolo duro, oppure è incappata in una buca, recarsi il prima possibile presso un gommista per controllare con attenzione le condizioni degli pneumatici, all’esterno e all’interno;
  • Controllare di frequente il battistrada delle gomme della propria auto, per verificare se nelle scanalature sono rimasti incastrati piccoli sassi, chiodi o altro che possa rischiare di far scoppiare una gomma. Analogamente, un rapido esame visivo degli pneumatici permette di scoprire l’eventuale presenza di piccoli tagli o screpolature, o ancora se i fianchi interni di uno pneumatico presentano dei rigonfiamenti.

Ultime notizie su Notizie

Tutto su Notizie →