Renault Captur E-Tech 145: versatilità e tecnologia

Riflettori puntati sul nuovo sistema di alimentazione full-hybrid da 145 CV che offre fino al 40% in meno di consumi in città e adotta l’allestimento RS Line che strizza l’occhio a dinamismo e sportività.

Quando Renault Captur debuttò sul mercato, nel 2013, la fascia “compact-SUV” era in piena espansione in tutta Europa. Anno dopo anno, i modelli a ruote alte di dimensioni medie e compatte hanno gradualmente raccolto il testimone dei Monovolume, tanto da arrivare ad un ruolo di primo piano. Renault Captur impersona al meglio il simbolo del “new deal” per la Marque à Losanges, e per l’intera industria dell’auto in senso più ampio: sono più di 1,5 milioni gli esemplari venduti dal 2013, e di questi oltre 214.000 sono stati “adottati” in Italia, dove fra l’altro il 2020 ha assegnato a Captur la palma di B-SUV più venduto ai clienti privati, nonché il riconoscimento di modello Plug-in hybrid più venduto.

Quest’ultima “voce” si riferisce alla declinazione E-Tech 160, arrivata nel 2020 quale espressione concreta del programma evolutivo Renault in tema di elettrificazione, a sua volta confluito nel mega programma strategico “Renaulution”.

Alla versione plug-in, si affianca una inedita configurazione E-Tech 145, nella quale i riflettori tecnologici vengono puntati sul sistema full-hybrid che si compone di un’unità termica, due motori elettrici – a loro volta alimentati da una batteria di trazione – ed un sistema di trasmissione Smart Multimode con innesti frontali e senza frizione: un dispositivo tutto nuovo, anch’esso “figlio” della competenza Renault nelle corse.

La gamma in Italia

Sul nostro mercato, Renault Captur E-Tech 145 viene proposto in cinque livelli di allestimento, ciascuno dei quali chiamato alla definizione di un preciso obiettivo di clientela.

  • Zen, declinazione di ingresso nella lineup tuttavia provvista di un assortimento di accessori già piuttosto “ricco”;
  • Business, configurazione dedicata ai clienti professionali ed alle aziende di gestione flotte in virtù del suo equipaggiamento;
  • Intens, versione di media gamma che porta in dote una ancora più ampia serie di dotazioni;
  • RS Line, cioè la novità introdotta insieme all’alimentazione E-Tech Plug-in 145, esprime l’allure dichiaratamente sportiva maturata dalla “Marque” nella sua lunghissima esperienza nel Motorsport;
  • Initiale Paris, ovvero lo step più elevato per finiture ed equipaggiamenti.

I prezzi

Di seguito il dettaglio degli importi di vendita in Italia.

  • Renault Captur E-Tech Hybrid 145 Zen: 25.750 euro;
  • Renault Captur E-Tech Hybrid 145 Business: 27.650 euro;
  • Renault Captur E-Tech Hybrid 145 Intens: 27.300 euro;
  • Renault Captur E-Tech Hybrid 145 RS Line: 28.700 euro;
  • Renault Captur E-Tech Hybrid 145 RS Initiale Paris: 31.300 euro.

Le dotazioni

Renault Captur E-Tech offre i medesimi livelli di equipaggiamento delle declinazioni ad alimentazione endotermica, con i seguenti accessori supplementari:

  • “Badge” specifici di modello collocati sul portellone e sulla leva del cambio;
  • Climatizzatore automatico;
  • Sensore pioggia;
  • Sensore luci;
  • Quadro strumentazione con display da 7” configurabile;
  • Visualizzazione del flusso di energia nello schermo centrale;
  • Frenata rigenerativa e sistema di recupero rigenerativo dell’energia cinetica;
  • Pulsante “EV” per il passaggio alla modalità di guida 100% elettrica.

A questo “capitolato” di equipaggiamenti, ogni variante di allestimento offre dotazioni dedicate, che riassumiamo di seguito.

Zen

  • Cerchi “Flexwheel” da 17”;
  • Gruppi ottici Full Led;
  • Sistema Easy Link con schermo da 7”;
  • Sistema di frenata autonoma d’emergenza;
  • Dispositivi di ausilio attivo alla guida: Cruise Control, Distance Warning, Lane Departure Warning, Lane Keep Assist, Traffic Sign Recognition.

Intens

Agli accessori dell’allestimento Zen aggiunge, fra gli altri, quanto segue:

  • Cerchi in lega da 17”;
  • Finestratura posteriore “privacy”;
  • Sensori di parcheggio posteriori;
  • MultiSense;
  • Climatizzatore automatico;
  • Display digitale da 7” nel quadro strumenti.

Business

Medesime dotazioni della declinazione Zen con, in più:

  • Tinta carrozzeria metallizzata;
  • Ruota di scorta;
  • Sensori di parcheggio posteriori;
  • Modulo infotainment Easy Link Navi con display da 7” e navigatore.

Initiale Paris

L’allestimento di livello superiore dispone, in aggiunta alle dotazioni Intens, di:

  • Finiture personalizzate “Initiale Paris” all’esterno ed all’interno;
  • Antenna “a pinna di squalo”;
  • Flying Consolle;
  • Infotainment Easy Link con navigatore e display da 9.3”;
  • Over Speed Prevention.

RS Line

La novità 2021, insieme all’alimentazione full-hybrid, si distingue dall’equipaggiamento Intens per:

  • Cerchi in lega da 18”;
  • Kit di personalizzazione estetico-funzionale “RS Line” esterna e interna;
  • Rivestimento volante in pelle;
  • Sensori di parcheggio anteriori e posteriori e Parking Camera.

Ibrida dall’animo racing

È proprio l’allestimento RS Line, dall’immagine e dalle dotazioni ispirate al mondo delle competizioni, una delle “big news” 2021 di Captur, che in questo modo dimostra un ulteriore capitolo della sua ampia versatilità di impiego ed un nuovo lato della sua personalità poliedrica. Gli “ingredienti” sono quelli che caratterizzano la nuova firma RS Line, ovvero: paraurti anteriore con inedita lama F1, nuova calandra con griglia “a nido d’ape”, cerchi in lega “Le Castellet” da 18”, finestratura posteriore oscurata, paraurti posteriore con diffusore che integra i doppi terminali di scarico sportivi.

Anche l’abitacolo sottolinea l’impostazione “racing” di RS Line: battitacco in alluminio, finiture carbon look sulla plancia, volante sportivo rivestito in pelle con cuciture rosse a contrasto, e medesimi accenti in rosso ai sedili, sulle bocchette di aerazione e sulla plancia stessa, assistenza alle manovre di parcheggio anteriore e posteriore con telecamera e specchio retrovisore a sistema fotocromatico anti-abbagliamento. In sintesi: una serie di accessori pronti a soddisfare le esigenze di un tipo di clientela attenta ad un’impostazione più dinamica del veicolo e, nello stesso tempo, all’ampio ventaglio di impieghi che caratterizza gli Sport Utility e nel tempo concorre a determinarne la fortuna commerciale.

I vantaggi dell’elettrico senza collegamenti alla rete

Grazie ad una impostazione hi-tech frutto di ben 150 brevetti, i sistemi di elettrificazione E-Tech messi a punto da Renault si distinguono per un approccio tecnologico tutto personale. Nella fattispecie, l’alimentazione E-Tech full hybrid da 145 CV di recentissimo esordio sotto al cofano di Renault Captur – che va dunque a completare una gamma articolata, oltre che sull’offerta ibrida plug-in, anche sulle varianti benzina TCe 90, benzina mild-hybrid TCe 140 e bifuel benzina-GPL TCe 100) – si basa sull’unità a benzina 1.6 4 cilindri abbinata a due motori elettrici (un e-motor ed uno starter ad alta tensione) secondo uno schema in serie-parallelo, la cui alimentazione viene provvista da una batteria da 1,2 kWh di capacità e 230V di tensione.

Per la presenza del recupero dell’energia nelle fasi di decelerazione e di frenata, della possibilità di scegliere fra tre programmi di guida (My Sense, Eco e Sport) ed alla visualizzazione degli interventi dei motori elettrici durante la guida, il sistema E-Tech full hybrid consente a Renault Captur full hybrid di avviarsi a zero emissioni, di ricorrere al funzionamento in elettrico per l’80% dei quotidiani tragitti in ambito urbano e, a conti fatti, di risparmiare fino al 40% dei consumi WLTP in città rispetto ad un corrispondente motore convenzionale a benzina.

La scheda tecnica

  • Architettura del modulo di alimentazione: motore benzina 1.6 (alesaggio x corsa: 78 x 83,6 mm, cilindrata complessiva 1.598 cc) 4 cilindri 16 valvole, ed elettrico (e-motor ed Hsg), Start&Stop e recupero rigenerativo dell’energia nelle fasi di decelerazione e di frenata;
  • Alimentazione: iniezione indiretta multipoint;
  • Sistema di post-trattamento: catalizzatore a tre vie e filtro antiparticolato;
  • Distribuzione: a catena, 4 valvole per cilindro;
  • Potenza massima di sistema: 145 CV;
  • Alimentazione unità elettrica: batteria agli ioni di litio da 1,26 kWh di capacità e 150-285V di tensione.
  • Classe di inquinamento: Euro 6d Full.

Ultime notizie su Ibride/elettriche

Tutto su Ibride/elettriche →