Porsche 911 GTS America Edition: solo con cambio manuale

La nuova serie limitata della cabrio ispirata al passato ed esclusiva per i mercati USA e Canada. Prodotte in tutto solo 250 unità.

All’inizio degli anni ’50, Max Hoffman fu il primo a importare Porsche negli Stati Uniti e il suo successo contribuì a convincere la casa automobilistica tedesca a costruire appositamente una versione meno costosa e più leggera della 356, destinata solo ai clienti statunitensi. Divenne la Porsche 356 America roadster del 1953, senza tetto e spogliata, dotata di un motore da 70 CV. Ne furono costruiti solo 16 esemplari che ispirarono l’iconica 356 Speedster e ora, 70 anni dopo, la sua formula di origine statunitense è stata l’ispirazione per questa Porsche 911 GTS America Edition.

Porsche 911 GTS America Edition: elementi i comune con la Turbo

Il modello roadster americano riapparve nel 1992 e nel 1993 come parte della generazione 964. Era una Carrera 2 cabriolet con carrozzeria più ampia, freni, sospensioni e cerchi Porsche Cup da 17 pollici della Turbo della stessa annata. Come la 964 America roadster, la 911 GTS America Edition 2023 condivide alcune parti con la contemporanea 911 Turbo. Il suo sei cilindri biturbo da 3,0 litri è infatti anche lo stesso cuore della Carrera S, tranne che per i 30 cavalli in più (473 in totale) e 420 Nm di coppia.

Solo cabriolet

A differenza di una normale GTS, l’America Edition è offerta solo come cabriolet con trazione posteriore e cambio manuale. Questi tre ingredienti sono stati al centro di ogni roadster americana, dalla 356 alla 964 e ora con l’America Edition della generazione 992. Mentre Porsche ha costruito 250 copie della 964 a tema americano, la società afferma che ne costruirà solo 115 di questa versione 2023, con 100 dedicate agli Stati Uniti e le altre 15 destinate al Canada. 

Porsche 911 GTS America Edition: by Porsche Exclusive Manufaktur

La Porsche 911 GTS America Edition è stata appositamente progettata da Porsche Exclusive Manufaktur. Onora l’originale con la vernice Azure Blue 356 e ad accentuare la tonalità esclusiva ci sono le decalcomanie laterali in rosso e bianco con la scritta “America”. Al posteriore troviamo la scritta “911 Carrera” in bianco e “GTS” in rosso e porsche afferma che questa è la prima volta che utilizza distintivi di colore diverso. È anche la prima volta che il telaio del parabrezza della cabriolet è stato verniciato in nero, una scelta di design che è stata fatta per evocare i sottili montanti del modello originale.

I dettagli estetici

Probabilmente il dettaglio più sorprendente della nuova Porsche 911 GTS America Edition sono le ruote trifinite, un’altra novità per Porsche. Mentre la normale cabriolet GTS può anche essere dotata di cerchi da 20 pollici anteriori e posteriori da 21 pollici con lo stesso design RS Spyder, in questo caso sono disponibili solo in nero satinato. I cerchi dell’America Edition sfoggiano raggi bianchi con una rifinitura argentata e un gessato rosso attorno al labbro esterno.

Una filosofia estetica simile appare all’interno dell’auto, con la pelle nera come base. Gli unici tocchi di colore provengono dalle cuciture a contrasto rosse e bianche sul cruscotto superiore e sui pannelli delle portiere. La stessa cucitura compare sul bracciolo della consolle centrale con la scritta “America” ​ impressa nella pelle. Infine i battitacco sono dotati di una targa illuminata che commemora il 70° anniversario della roadster 356 America.

Porsche 911 GTS America Edition: il pack per gli interni

Per 7.510 dollari in più, poi, c’è un pack per gli interni che aggiunge molti più accenti rossi. Questi si estendono fino al volante con cuciture rosse e bianche, sui tappetini, sul cambio e su parte dei sedili. Anche lo schema delle marce sul pomello del cambio diventa rosso, così come i passanti in pelle sui sedili anteriori che consentono l’accesso ai sedili posteriori. Inoltre il portachiavi è dipinto per abbinarsi all’auto e viene fornito con una custodia in pelle cucita e goffrata.

Quando la Porsche 911 GTS cabriolet America Edition raggiungerà i concessionari statunitensi verso la fine di quest’anno, avrà un prezzo iniziale di 186.370 dollari.

Ultime notizie su Novità

Tutto su Novità →