Peugeot e-Rifter: versioni, equipaggiamenti, autonomia

Riflettori puntati sull’ulteriore ampliamento di gamma elettrica Peugeot, che nella seconda parte del 2021 accoglierà l’arrivo della nuova declinazione elettrica da 280 km di autonomia del popolare Multispazio.

L’evoluzione “zero emission” di Peugeot riguarda anche i modelli che fanno parte del comparto Veicoli Commerciali leggeri e Multispazio: due fasce di mercato rilevanti, proprio per le possibilità di trasporto urbano, metropolitano ed inter-city offerte a privati, professionisti, PMI e taxi. Ultimo esempio (in ordine di tempo) è Peugeot e-Rifter, nuova versione 100% elettrica del popolare MPV, attesa sul mercato dopo l’estate 2021.

Sviluppato sulla piattaforma modulare EMP2, già adottata da molti modelli di segmento “medium” e “compact” di PSA, Peugeot e-Rifter condivide le proprie tecnologie di alimentazione con la più recente produzione elettrica del Gruppo: 136 CV di potenza massima e 260 Nm di coppia massima, batteria agli ioni di litio da 50 kWh di capacità e raffreddata a liquido, fino a 280 km di autonomia (a seconda delle versioni) a ciclo medio WLTP.

Ecco quando lo vedremo su strada.

Peugeot e-Rifter viene prodotto nelle linee di montaggio di Vigo-Balaídos, sito produttivo di rilievo nell’assemblaggio di veicoli commerciali leggeri (vi vengono già prodotti Citroen Berlingo, Peugeot Rifter, Opel Combo e Toyota Proace: modelli che, in effetti, condividono la medesima piattaforma). Il suo debutto commerciale in Italia è fissato per l’autunno 2021: più avanti saranno dettagliati i prezzi di vendita.

Gli allestimenti

Già ufficializzata la lineup delle versioni di gamma. Peugeot e-Rifter si articola in quattro declinazioni:

  • e-Rifter Active, equipaggiato di serie con freno di stazionamento elettrico, una porta scorrevole, climatizzatore manuale, Pack Safety, impianto audio a connettività Bluetooth, sedile posteriore ripiegabile a schema 2/3-1/3
  • e-Rifter Allure, che agli accessori forniti nella versione Active aggiunge, fra gli altri, sensori di parcheggio posteriori, paraurti in tinta carrozzeria, cornice cromata alla calandra, sedile passeggero anteriore ripiegabile e Pack Safety Plus
  • e-Rifter Allure Pack, provvisto, in aggiunta alla dotazione Allure, di strumentazione digitale i-Cockpit, cerchi in lega da 16”, impianto audio con schermo touch da 8”, volante rivestito in pelle, sistema Visio Park 1, finestratura posteriore oscurata e tetto apribile
  • e-Rifter GT, equipaggiato, in aggiunta all’allestimento Allure, con cerchi in lega da 17” a disegno specifico, modanature GT, climatizzatore automatico bi-zona, sedili della seconda fila ripiegabili singolarmente, sistema Keyless System.

Due configurazioni all’insegna della versatilità

Le varianti di lunghezza sono due, ed entrambe disponibili in versione 5 posti così come a 7 posti:

  • Standard (4,4 m di ingombro longitudinale)
  • Long (4,75 m).

Nella seconda fila di sedili, ogni “seduta” singola viene provvista di attacchi Isofix, in modo da consentire l’aggancio di un sistema di ritenuta per bambini ed ottenere fino a tre seggiolini. In aggiunta, i sedili posteriori, dotati di comando “Magic Flat” posizionato nel vano bagagli, possono rientrare “a scomparsa” nel pianale, così da predisporre un vano di carico piatto. Nella versione “Long”, i due sedili della terza fila sono indipendenti, scorrevoli ed estraibili (analogamente a quanto già avviene a bordo dei modelli Peugeot Rifter ad alimentazione termica). Anche il sedile del passeggero anteriore è ripiegabile: una soluzione particolarmente utile per facilitare il carico di oggetti voluminosi e di notevole lunghezza.

Vano bagagli, vani portaoggetti e capacità di traino

La capacità di trasporto bagagli offerta da Peugeot e-Rifter è in linea con le esigenze della clientela-tipo che orienta le proprie scelte verso i veicoli di fascia MPV, dunque decisamente ampia: per il modello Standard, nel normale assetto di marcia a 5 posti il volume utile è 775 litri a livello del tendalino copribagagli; alla medesima altezza, e con le due file posteriori di sedili completamente abbattute, in versione Long la capacità del bagagliaio arriva a ben 4.000 litri. A sua volta, il ripiano posteriore copribagagli dispone di due posizioni, permette di adattare la sistemazione dello spazio del bagagliaio e può essere riposto dietro gli schienali dei sedili della seconda fila. Numerosi i vani portaoggetti, presenti nella consolle centrale, sul padiglione, nelle tasche delle porte, nella prima e seconda fila e nel vano bagagli: in base alle versioni offrono fino a 186 litri di volume. Interessante il valore dichiarato da Peugeot per la capacità di traino, invariata: Peugeot e-Rifter può trainare fino a 750 kg.

I principali equipaggiamenti hi-tech

  • Quadro strumenti Peugeot i-Cockpit, disponibile nel tipo “tradizionale” (analogico), qui riconvertito in funzione del powertrain elettrico; e con tecnologia 100% digitale a display da 10”, diverse modalità di visualizzazione selezionabili attraverso un comando dedicato che trova posto sul volante multifunzione, e due differenti tipologie di strumentazione per aiutare il conducente al controllo delle funzionalità “zero e mission”
  • Selettore “Drive Mode” con tre modalità di guida (Eco, che mantiene la potenza al di sotto di 82 CV e 190 Nm per favorire autonomia e fluidità di guida; Normal, che limita la potenza a 109 CV e 210 Nm, ottimale per l’impiego di tutti i giorni; Power, che libera tutta la potenza disponibile per puntare sulle prestazioni ed ottenere la massima forza motrice in condizioni di pieno carico)
  • Due differenti livelli di intensità del freno motore per altrettante intensità di recupero dell’energia nelle fasi di decelerazione e di frenata (moderata ed aumentata)
  • Freno di stazionamento elettrico
  • Infotainment a compatibilità MirrorScreen per gli standard Apple CarPlay ed Android Auto, con schermo centrale touch a sistema di navigazione 3D Connected Navigation dotato di servizi TomTom Traffic e gestione del menu “Electric” per la visualizzazione dei menu “Flusso”, “Statistiche” e “Carica”, la visualizzazione delle colonnine presenti lungo il tragitto e la programmazione delle soste di ricarica in funzione dell’autonomia residua.

Sistemi di ausilio attivo alla guida

A bordo di Peugeot e-Rifter può trovare posto un ampio “capitolato” di dispositivi ADAS.

  • Advanced Grip Control con cinque differenti livelli di tenuta del veicolo in funzione del fondo stradale
  • Hill-assist Control
  • Cruise Control adattivo
  • Lane Departure Warning
  • Distance Alert
  • Frenata autonoma d’emergenza
  • Driver Attention Alert di riconoscimento stanchezza conducente
  • High Beam Assist
  • Riconoscimento segnaletica stradale e limiti di velocità
  • Extended Traffic Sign Recognition
  • Blind Corner Assist
  • Sistema di controllo stabilità del rimorchio
  • Ingresso a bordo e avviamento “Keyless”
  • Sistema Visiopark con telecamera posteriore a 180 gradi
  • Ricarica a induzione per device portatili.

I dettagli di alimentazione

Sotto al cofano, come si accennava in apertura, Peugeot e-Rifter viene equipaggiato con l’unità elettrica da 136 CV che fa già parte delle proposte a zero emissioni “new gen” di PSA, alimentata da una batteria agli ioni di litio da 50 kWh (coperta da garanzia “long term” di 8 anni o 160.000 km per il 70% della sua efficienza) collocata all’interno del pianale EMP2 (un posizionamento che va a tutto vantaggio del baricentro e dei valori di abitabilità e trasporto). Due i tipi di caricabatterie di bordo disponibili: un caricatore monofase da 7,4 kW, fornito di serie; e un caricatore trifase da 11 kW ottenibile a richiesta. Attraverso la presa di ricarica, collocata sul parafango posteriore destro, sono possibili varie modalità di “pieno” di energia.

Modalità di ricarica

  • Da una comune presa domestica ad 8Ah: un ciclo completo di ricarica richiede 31 ore
  • Da una presa domestica potenziata a 16Ah: 15 ore per una ricarica completa
  • Da una Wallbox da 7,4 kW: 7 ore e mezza per una ricarica completa attraverso il caricabatterie monofase da 7,4 kW di serie
  • Da una Wallbox da 11 kW: una ricarica completa richiede 5 ore sfruttando il caricabatterie da 11 kW a richiesta. Lo stesso tempo viene richiesto mediante l’allaccio del veicolo ad una colonnina pubblica a corrente alternata e di potenza di almeno 11 kW
  • Da una colonnina pubblica a corrente continua: è possibile collegare il veicolo ad “hub” fino a 100 kW, per ottenere l’80% di energia in mezz’ora.

Soluzioni per i clienti

Per accompagnare i propri clienti verso la transizione energetica, Peugeot offre una gamma di servizi che si basa su tre “punti di forza”.

  • Easy-Charge: pensato per facilitare l’accesso alle diverse soluzioni di ricarica, propone un’offerta di soluzioni di ricarica a domicilio o in ufficio, mediante una partnership con Enel X che si articola su infrastrutture dedicate (Wallbox di diverso tipo) ed una consulenza completa per valutare l’impianto elettrico cui collegare la Wallbox in ordine ad individuare la migliore soluzione di ricarica, provvedendo anche alla messa in opera; un’offerta di ricarica pubblica, sempre attraverso la partnership con Enel X, con la quale si mette una card a disposizione dei clienti italiani che necessitano di ricaricare in strada il proprio veicolo
  • Easy-Mobility: per assicurare la mobilità dei propri utenti in qualsiasi circostanza, vengono messi a disposizione un Trip planner (strumento per la pianificazione e l’organizzazione di lunghi viaggi attraverso l’applicazione Free2Move Services sullo smartphone, dove vengono proposti gli itinerari migliori tenendo conto dell’autonomia residua del veicolo e della localizzazione delle colonnine di ricarica lungo la strada); ed un servizio Mobility Pass (mobilità estesa e permessa grazie a una tariffa agevolata per disporre di un veicolo a combustione interna per affrontare eventuali viaggi con distanze superiori all’autonomia garantita dalla batteria)
  • Serenity: per assicurare la massima tranquillità di utilizzo e puntare i riflettori sulla scoperta della nuova e-mobility, Peugeot organizza nuovi simulatori e percorsi digitali sui propri portali Web corporate; contratti di servizio e un’assistenza stradale su misura che potranno essere inclusi in un unico finanziamento per potere usare il proprio veicolo in tutta tranquillità; rilascia un documento che certifica l’efficienza della batteria, per facilitare la futura rivendita del veicolo, per agevolare la transazione.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Ibride/elettriche

Tutto su Ibride/elettriche →