Peugeot 108, addio alla piccola utilitaria francese

Dopo 8 anni di successi commerciali la piccola Peugeot esce di scena senza un erede.

Dopo la Citroen C1, anche la “cugina” Peugeot 108 si prepara ad uscire di scena dopo 8 anni di onorata carriera. Nata nel 2014, la 108 è stato frutto di una joint venture tra l’ex Gruppo PSA e la Toyota che ha dato via a ben 3 modelli, ovvero le già citate vetture di segmento “A” – Peugeot 108 e Citroen C1 – a cui si aggiunge la Toyota Aygo.

Piccola e versatile

Erede della 107, la Peugeot 108 è stata particolarmente amata da chi affronta quotidianamente il traffico cittadino, grazie alla versatilità della sua carrozzeria compatta, disponibile in versione 3 e 5 porte e al suo scattante ed economo propulsore a benzina da 1.0 litri e 72 CV, abbinato ad un cambio a cinque marce.

Massima personalizzazione

Inoltre, il suo alto livello di personalizzazione (la vettura metteva a disposizione oltre 5.000 combinazioni) l’ha resa particolarmente apprezzata dalla clientela più giovane. Quest’ultima inoltre ha subito il fascino della campagna pubblicitaria di lancio che ha visto la partecipazione della cantante svedese Lykke Li, senza dimenticare che nell’anno del suo debutto, la 108 è stata l’auto ufficiale del celebre programma TV, X-Factor.

Al suo posto troviamo la più grande 208

Apprezzata in Italia da oltre 50mila clienti, la 108 va quindi definitivamente in pensione senza un erede, infatti alla base della gamma del Leone troveremo la più grande e tecnologica Peugeot 208, disponibile in una completa e ampia gamma di motorizzazioni che include unità a benzina, diesel e una versione a zero emissioni 100% elettrica.

 

Ultime notizie su Mercato auto

Tutto su Mercato auto →